2 per mille al non profit

Dal 2016 nella dichiarazione dei redditi è presente la possibilità di donare il 2 per mille a realtà non profit impegnate in attività di valorizzazione e promozione della cultura. La possibilità è stata introdotta con la Legge di Stabilità 2016 (L. 208 del 28/12/2015) e con la Disciplina che regola i criteri di destinazione del 2 per mille (Dpcm del 21/03/2016).

Questa misura si aggiunge all'8 per mille (sostegno a confessioni religiose), 2 per mille (sostegno ai partiti politici) e al 5 per mille (sostegno al volontariato, alla ricerca, alle associazioni sportive, ecc. Come queste altre misure, anche il nuovo 2 per mille è a costo zero per il contribuente, che semplicemente destina all'organizzazione prescelta una parte delle proprie imposte sul reddito, che altrimenti vanno allo Stato. Valgono, insomma, le stesse modalità del 5 per mille e delle misure analoghe.

Per versarla, occorre compilare l'apposita casella nel modello di dichiarazione dei redditi, indicando il codice fiscale dell'organizzazione che si vuole sostenere. Sul sito del Ministero per i Beni Culturali è presente l'elenco di chi può beneficiarne.

Anche in questo caso, le realtà beneficiarie dovranno redigere rendiconto specifico, illustrando con chiarezza la destinazione delle somme ad essi attribuite.

In provincia di Rovigo possono beneficiarne le seguenti organizzazioni:
- Teatro del Lemming (Rovigo), codice fiscale 93004620295
- Associazione culturale ricreativa "L'umana avventura", Porto Viro, codice fiscale 90001590299
- Corpo bandistico Città di Lendinara, codice fiscale 91002210291
- Banda Musicale di Villadose, codice fiscale 93015900298
- Pro Loco di Ceregnano, codice fiscale 80010630293
- Pro Loco di Trecenta, codice fiscale 00845180298