5 per mille, l'elenco diventa stabile

5 per milleDal 2017 non sarà più necessario, per le associazioni interessate a beneficiare del 5 per mille, presentare ogni anno la richiesta di iscrizione agli elenchi.

Lo stabilisce il Decreto del 7 luglio 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 185 del 9 agosto 2016: "L'iscrizione al riparto della quota del cinque per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà relativa alla persistenza dei requisiti per l'ammissione al contributo di cui agli articoli 2, 3, 4 e 6, regolarmente adempiute, esplicano effetti, fermi restando i requisiti per l'accesso al beneficio, anche per gli esercizi finanziari successivi a quello di iscrizione".

In altre parole, le Associazioni non saranno più tenute a presentare la domanda di ammissione al contributo ogni anno, ma dovranno trasmettere tempestivamente eventuali variazioni dei dati, in primis la variazione del rappresentante legale, pena l'esclusione. Gli enti saranno inseriti stabilmente in un elenco sul sito dell'Agenzia delle Entrate, che sarà aggiornato periodicamente e pubblicato entro il 31 marzo di ogni anno. Eventuali errori o integrazioni potranno sempre essere segnalati entro il 20 maggio alla Direzione regionale dell'Agenzia di riferimento.

Il Decreto stabilisce anche le modalità di redazione del rendiconto, che deve illustrare l'uso del contributo ricevuto. Saranno comunque esonerate dal rendiconto le associazioni che riceveranno un contributo inferiore a 20.000 euro.