Al via i corsi dell'Università Popolare

Riprende l'attività dell'Università Popolare Polesana degli Adulti e Anziani, che anche quest'anno prevede un ricco programma tra incontro culturali e divulgativi, escursioni e attività motoria. L'inaugurazione ufficiale è sabato 7 ottobre, alle 16.00 al teatro "Ferrini" di Adria.

Sono 19 i circoli dell'associazione, presenti in tutto il territorio provinciale, dall'alto al basso Polesine. Sabato il via al nuovo anno accademico sarà allietato dal gruppo musicale “Le Ciaramelle”, un gruppo di musicisti polesani che presenteranno un recital tra fantasia e realtà  “Mare dei Maghi”. Ma in alcuni comuni l'attività ha già preso il via in questi giorni, con una serie di eventi inaugurali e i primi incontri. A Costa di Rovigo l'apertura si è svolta il 25 settembre, con un incontro di poesia e musica con Arnaldo Pavarin e Bruno Paganelli.

Questa settimana si entra nel vivo a Taglio di Po, dove un concerto degli allievi clarinettisti dà il via alle lezioni domani, martedì 3 ottobre. Mercoledì 4 ottobre si parte anche a Porto Viro, di nuovo con Pavarin e Paganelli, a Rosolina con il gruppo ocarinistico di Grillara, e a Ficarolo, con un concerto del conservatorio "Venezze" di Rovigo a villa Giglioli. Sempre il conservatorio rodigino allieterà sia l'evento di Badia Polesine, giovedì 5 ottobre, che quello di Fiesso Umbertiano, il 6 ottobre.

Nelle settimane successive si prosegue con gli altri circoli, da Bergantino e Melara a Corbola. Nel capoluogo particolarmente di attualità la lezione di apertura del 10 ottobre, in cui Luigi Costato parlerà del tema "Dalla Brexit a Trump". I programmi delle singole Università Popolari locali si possono scaricare dal sito unipoppol.csvrovigo.it.

Come sempre lo scopo è offrire ai cittadini la possibilità di incrementare la propria conoscenza e perfezionare la propria formazione, attraverso corsi teorici in cui verranno affrontati temi culturali  e sociali, in tutti gli ambiti del sapere e dell'educazione alla salute, con relatori di grande profilo professionale.

Oltre ad arricchire il bagaglio culturale dei partecipanti e approfondire temi attuali ed importante, la partecipazione stimola il benessere, l'apertura mentale e la capacità di confrontarsi con altri e comunicare, mantenendo in forma la mente. Ma c'è anche più di una proposta per mantenere in forma il corpo, con i corsi di educazione motoria dolce per adulti e anziani. Infine, saranno programmate visite a città d'arte, musei e mostre.