Sturaro alla guida della Croce Verde di Adria

E' Antonio Sturaro il nuovo presidente della Croce Verde di Adria, che guiderà fino al 2023. Al secondo mandato, dopo quello appena concluso, l'avvocato Sturaro è erede di una storica famiglia adriese da sempre impegnata nell'associazione adriese fin dalla sua nascita. E' stato eletto presidente all’unanimità dal Consiglio direttivo.

Al suo fianco in qualità di vicepresidente ci sarà Lamberto Cavallari, mentre il ruolo di tesoriere è stato affidato a Maurizio Tessarin.

Con i suoi 108 anni di vita la Croce Verde di Adria è una delle associazioni di volontariato più longeve del Veneto, ma è attualmente anche una delle più grandi e strutturate e un punto di riferimento nel campo del volontariato veneto, grazie alla crescita degli ultimi anni.

"Ringrazio chi mi ha voluto ancora alla guida di questa storica associazione, da sempre nel cuore della mia famiglia - commenta Sturaro -. Il mio primo pensiero di ringraziamento va ai tanti volontari e ai collaboratori che ogni giorno prestano la propria attività in favore del prossimo. Croce Verde oggi è perno fondamentale nel sociale del nostro territorio: le molte iniziative che svolgiamo e la Casa delle Associazioni ne sono la dimostrazione.
Inoltre, permane ancor oggi una difficile congiuntura economica per molte persone e famiglie del nostro territorio: Croce Verde non mancherà di dare il proprio contributo. Molti sono i progetti in cantiere e nelle prossime settimane prenderanno il via nuove attività grazie al lavoro e all'impegno dei militi, come il centro Alzheimer, che speriamo di inaugurare al più presto".