Arrivano a Rovigo i piccoli saharawi

Saranno a Rovigo per una settimana, i bambini saharawi dei campi profughi algerini, ospiti come sempre del Centro Documentazione Polesano.

Dal 22 al 27 luglio il viaggio di questi ragazzini farà tappa in Polesine, per vivere alcuni giorni di vacanza, animazione e incontri con la nostra comunità. I bambini vengono dai campi profughi nel deserto in Algeria, in cui vivono i saharawi fuggi dal Sahara Occidentale, a causa della guerra con il Marocco. Il conflitto armato è terminato da decenni e i saharawi attendono che la diplomazia riconosca loro il diritto al proprio stato nel territorio attualmente occupato dall’esercito marocchino. Per far conoscere la causa del popolo saharawi, diverse associazioni portano in Italia iniziative a loro dedicate, tra cui queste vacanze, che consentono anche ai bambini di lasciare per qualche settimana la vita nel campo profughi e scoprire l’Europa.

Inoltre, i bambini potranno sottoporsi a controlli medici e visite dentistiche. Con loro a Rovigo ci saranno molti volontari, che animeranno le loro giornate con giochi e attività di tutti i tipi. Tra i volontari, quest’anno anche un gruppo di studentesse del liceo “Roccati”, coinvolte dal Centro servizi volontariato tramite il progetto “Scuola di cittadinanza”, che consente agli studenti di provare brevi esperienze in associazione.

Un’occasione di incontro è anche l’iniziativa “Favole e giochi oltre le parole”, promossa dalla Caritas. Si terrà mercoledì 25 luglio, alle 21.00 alla Casa Gp2, in via Sichirollo, 72: una serata all'aperto di favole e giochi, aperta a tutti i bambini, i genitori, i nonni, a cui parteciperanno ovviamente anche i piccoli saharawi.