Barbara Grande alla guida dell'AVO

E' Barbara Grande la nuova presidente dell'Associazione volontari ospedalieri di Rovigo. Guiderà per il prossimo triennio l'associazione, con il consiglio direttivo rinnovato all'inizio del mese. Vicepresidente è Anna Maria Angeli, mentre Orazio Sangiorgi è stato nominato segretario e Maurizia Penolazzi ricoprirà la carica di tesoriere. Nel consiglio esecutivo siedono anche Maria Idelma Colombo, Simona Contado, Luciana Salin, Paola Sichirollo e l'ex presidente Renato Spadavecchia.

La proposta della nuova presidente è stata votata all'unanimità dagli associati. Nata a Venezia, ma cresciuta a Rovigo, Barbara Grande è figlia di una famiglia del Sud Italia, il padre colonnello nell'esercito, la madre casalinga. Sposata, con due figli grandi, lavora come consulte commerciale presso House to House di Treviso.

"Il volontariato fin dalla mia famiglia di origine ha sempre avuto un ruolo importante nella mia vita", racconta.  Il suo curriculum di impegno in ambito sociale e culturale è ricco e spazia attraverso numerose attività. Dal 2003 è regista e attrice in ambito teatrale. Per molti anni è stata soccorritrice nell'associazione Blu Soccorso di Lusia e ha preso parte alle attività di associazioni come l'Andos, che si occupa delle donne operate di tumore al seno, e il Centro aiuto alla vita. Dal 2017 fa parte dell'Avo di Rovigo, che porta conforto e compagnia alle persone in ospedale.

L'associazione rodigina è all'ottavo anno di attività ed opera negli ospedali del territorio polesano, offrendo la sua presenza accanto ai malati, per aiutarli ad affrontare i momenti di solitudine, di paura, di disagio e di sofferenza. L'obiettivo è favorire l'umanizzazione delle cure, affiancando il calore umano dei volontari alla professionalità delle figure incaricate dell'assistenza. Dopo l'estate, l'Avo organizzerà il nuovo corso di formazione, aperto a tutti coloro che vogliono diventare volontari o ai cittadini semplicemente interessati a conoscere questa esperienza.

Sta inoltre mettendo a punto un progetto con le scuole superiori per promuovere il volontariato tra i giovani, attraverso l'inserimento in associazione. In passato, l'associazione ha accolto con successo giovani studenti in percorsi di affiancamento ai volontari, consentendo loro di conoscere da vicino l'esperienza emozionante, ma anche formativa, del volontariato ospedaliero.

"Per il prossimo triennio il mio intento è di supportare l'associazione con impegno, con il cuore, con nuove idee - commenta la nuova presidente -. Sarà preziosa la collaborazione tra tutti noi del gruppo, ognuno svolgendo il proprio ruolo. Per questo ringrazio tutta Avo Rovigo per la fiducia dimostratami e ringrazio soprattutto Renato Spadavecchia, presidente dal 2011, per il grande lavoro professionale e umano svolto fino ad oggi. Prendo volentieri in mano il testimone e inizio questo nuovo cammino".