Tre giorni per scoprire come si aiuta

Sono 25 i bambini tra 4 e 11 anni, che hanno frequentato la quarta edizione del "Bau City Camp", promossa dalla Lega nazionale per la difesa del Cane al rifugio Cipa di Fenil del Turco.

Tre mattine consecutive (27, 28 e 29 agosto, dalle 8.30 alle ore 12.30), con l'obiettivo non solo di far conoscere gli ospiti della struttura (attualmente 160 cani, tutti in cerca di famiglia), ma soprattutto di formare piccoli volontari, insegnando loro il valore del volontariato.

I bambini, seguiti dall’educatrice cinofila Veronica Ferrarese, ideatrice del progetto, e dai volontari "senior", hanno potuto sperimentare un programma ricco di attività coinvolgenti: attività, passeggiate, interazioni coi cani e momenti formativi insieme a diversi professionisti del settore, come Pamela Tomaini, toelettatrice di “questioni di Pelo, Morica Berto, titolare della libreria Riccarello di Adria, e Andrea Feliciati, medico veterinario e direttore del canile intercomunale.

L’Idea nasce e continua grazie al grande apprezzamento e riscontro ricevuto dalla Lega del Cane, durante l’anno, dagli alunni delle scuole che vengono in visita al canile. Inoltre, spiega l'associazione, "crediamo fortemente nella formazione del volontario. Pertanto ci è sembrato naturale rivolgerci ai più piccoli per contribuire ad accompagnarli nella crescita e creare così, piano piano, dei futuri adulti attenti e sensibili non solo al mondo animale, ma anche alla tutela dei più deboli". 

Durante il Camp viene insegnato loro quanto sia importante il ruolo del volontario all’interno della struttura e nell’associazione, la preparazione e gli ambiti di operatività e poi ancora quali sono le esigenze sociali e fisiologiche del cane - dall’avere a disposizione sempre acqua fresca alla passeggiata -; la responsabilità che comporta avere un animale - come ad esempio raccogliere le deiezioni, oltre all’importanza della profilassi sanitaria, infine come riconoscere il cane ideale per una determinata famiglia.

A conclusione ad ogni bambino partecipante è stata consegnata la tessera di socio della Lega Nazionale per la Difesa del Cane ed il diploma di "Piccolo Volontario" con tanto di foto ufficiale ed applauso dei “colleghi” più grandi.