5 per mille, i beneficiari 2014

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’elenco delle associazioni ed enti che hanno ricevuto il beneficio del 5 per mille per le dichiarazioni dei redditi riferite al 2014.

La top ten nazionale
Nella lunga lista di beneficiari (quasi 38.000 voci), primeggiano come sempre le grandi organizzazioni umanitarie e le federazioni nazionali. Anche quest’anno il primo posto per importo del beneficio spetta a Emergency, l’organizzazione umanitaria fondata da Gino Strada per curare le vittime civili di guerra, ma attiva anche in Italia a fianco di profughi e poveri. Emergency riceve con il 5 per mille ben 13.896.002,29 euro, indicata da ben 398.186 contribuenti.
I temi umanitari, evidentemente, stanno a cuore agli italiani: al secondo posto, infatti, si classifica Medici Senza Frontiere, altra organizzazione impegnata sia nei paesi in guerra che nel Mediterraneo, dove ha avviato un progetto di aiuto ai migranti: all’Ong vanno 240.495 preferenze e ben 9.774.725,95 euro.
Terza classificata, l’Airc, con 293.753 preferenze e 8.488.133,75. Seguono l’Ail (213.025 scelte, 6.776.524,67 euro), il Comitato italiano per l’Unicef (187.109 scelte, 6.131.277,43 euro), la Lega del Filo d’Oro (136.371 preferenze, 4.653.489,61 euro), la Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer (148.464 scelte, 4.181.083,19 euro), le ACLI (192.940 scelte, 4.042.994,72 preferenze), Save The Children (102.108 scelte, 3.988.526,10 euro), la Federazione nazionale Auser (227.772 scelte, 3.834.065,48 euro).

La provincia di Rovigo
In provincia di Rovigo svetta in classifica la Comunità Missionaria di Villaregia, con sede a Porto Viro e una rete di comunità in varie regioni. A loro vanno 4.339 scelte di contribuenti e 132.893,67 euro.
Analizzando la lista per singoli comuni, nel capoluogo primeggia l’Anteas provinciale, con 1.519 scelte e 22.460,36 euro ricevuti con il 5 per mille. Segue l’Associazione Veneta Lotta alla Talassemia (495 scelte, 18.618,02 euro). L’Anolf ha più preferenze (816), ma riceve un contributo minore (11.178,06 euro). Seguono due associazioni per gli animali abbandonati, la Lega nazionale per la difesa del Cane (407 preferenze, 10.303,36 euro) e l’associazione Uomo Natura Animali (416 scelte, 10.012,47). Sempre nel capoluogo, si distinguono la Lega italiana lotta ai tumori (369 scelte, 9.380,28 euro), l’Associazione Bambini Cerebrolesi “Mattia Venceslao” (224 scelte, 7.003,24) e l'Avis Provinciale (331 scelte, 6.734,13 euro) . 

Il medio Polesine
Tra i Comuni del medio Polesine, il più rappresentato è Occhiobello, dove primeggiano l’associazione Volontariato Barbara (158 scelte, 3.795,05 euro) e il Gruppo Volontariato di Protezione Civile (156 scelte, 3.337,66). A seguire Occhio Civico (37 scelte, 923,10 euro) e l’Associazione Nazionale Carabinieri locale (14 preferenze, 489,25 euro). A Polesella si nota il buon risultato dell’AVAS “Luigi Noventa” (204 scelte, 5.381 euro), mentre a Lusia l’associazione Blu Soccorso ha 73 scelte e riceve 2.214,86 euro.

Adria e il basso Polesine
Ad Adria la prima organizzazione di volontariato in classifica è il Centro Aiuto alla Vita (130 preferenze, 4.371,68 euro), anche se la prima associazione in assoluto è il Circolo Noi San Giuseppe (306 scelte, 5.820,85 euro). Segue la Fidas polesana, con 151 scelte e 2.995,45 euro.
A Porto Tolle si nota il buon risultato dell’associazione Luce sul Mare, con ben 387 scelte e 11.614,27 euro ricevuti, seguita dall’associazione Solidarietà Delta (29 scelte, 1.060,02 euro). A Taglio di Po l’associazione Barriere Invisibili riceve 182 scelte e 3.741,83 euro).

L’alto Polesine
A Lendinara il contributo più alto va all’associazione La Tenda (99 scelte e 3.899,25 euro), anche se la più indicata dai contribuenti è l’associazione Olga (137 scelte, 3.251,85 euro). Al terzo posto l’associazione Volontari Goccia (47 scelte, 1.613,48 euro).
A Badia Polesine primeggia l’associazione La Volanda (91 preferenze, 2.819,99 euro), seguita dall’Associazione Volontari del Soccorso (79 preferenze, 2.049,50 euro) e dal Centro Documentazione Polesano(47 scelte, 1.896,47).
A Castelmassa l’Associazione Volontari Polesani riceve 137 scelte e 3.205,60 euro, gli Amici di Gianni per il Patì 69 scelte e 2.944,92 euro, l’Associazione rodigina incontinenti e stomizzati 33 scelte e 852,05 euro.

Allegati:
- Elenco dei beneficiari 2014 (formato .pdf)
- Dettaglio delle Organizzazioni di volontariato beneficiarie in provincia di Rovigo (formato .pdf)

Link:
- Sito dell'Agenzia delle Entrate >