Camminando a piedi nudi

Camminare nel bosco a piedi nudi, dopo aver raggiunto con il kayak un’isola nel fiordo, quando, più a Sud, il resto del mondo si trova già nell’oscuritò della sera.

Non è forse questa libertà?

E poi, se si ha il coraggio di osare ancora, altri mondi nascosti si aprono, ma bisogna avere gli occhi e il cuore aperti per vedere. Un cucciolo di balena proprio di fronte a me, a pochi metri…

La natura sa regalare emozioni indescrivibili, che vanno a toccare corde sconosciute ma così profonde che mi vengono i brividi ripensandoci. Ed era, ed è, tutto di fronte a me… uno spettacolo fatto per pochi spettatori che sanno ancora temporeggiare sulla spiaggia all’imbrunire per sentire sulla pelle gli ultimi raggi di sole della giornata e vedere i gabbiani che si tuffano indisturbati.

E quando si insipra ed espira, non è solamente il proprio respiro, ma quello della terra, della vita. Ci si sente vivi, senza artifizi. E quando si è in un luogo e non si vorrebbe essere che lì, per me questa è felicità allo stato puro.

E’ magia, non ci sono tante altre parole che possano spiegare tutto questo.

1 commento su “Camminando a piedi nudi

  1. Bellissimo post, Giada…:-) ! Sfiora quasi la poesia! Dopo che ho visto anche io di persona il posto in cui sei, non stento a credere che certi spettacoli possano trasmettere queste sensazioni…Sei riuscita a fotografarlo il cucciolo di balena? Che bello dev’essere stato vederlo 😉 !
    Un abbraccio forte!

    Enrique

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *