Volontariato all’estero per aprire gli occhi sul mondo

Le disuguaglianze del mondo viste con gli occhi di due volontarie impegnate in Palesina, Sud America, Africa e perfino in Italia sono il tema della puntata speciale di Radio Volontariato in onda questa settimana su Radio Kolbe. Questo mese, infatti, l’appuntamento raddoppia e propone l’appassionante testimonianza di Anna e Angela, che hanno lasciato Rovigo per viaggiare il mondo come volontarie di organizzazioni internazionali.

Anna ha iniziato, quasi per caso, con un’esperienza in Israele/Palestina, che le ha dato la possibilità di impegnarsi in attività per la riconciliazione tra i due popoli e di vivere in entrambi i paesi, privilegio negato tanto agli israeliani, quanto ai palestinesi. “Per gli israeliani era incredibile che io mi potessi muovere così liberamente”. E’ stato molto bello, dice, conoscere entrambe le società e scoprire le organizzazioni della società civile israeliana che si battono per la pace.

In Kenya, invece, Anna si è trovata a confronto con la disparità economica, una rappresentazione concreta della disparità tra il nord e il sud del mondo. “Ho avuto bisogno di due settimane per accettare il fatto di essere bianca. La comunità bianca vive nel paese con tutte le sue regole e logiche, mentre tra la popolazione locale manca il cibo. Ma la disuguaglianza è forte anche tra kenyani ricchi e poveri. C’è una disparità inconciliabile tra chi non ha da mangiare ed è abituato a livelli di violenza altissima e chi possiede ettari di terra e ville con piscina e non conosce la realtà del suo stesso paese”.

La sfida principale? “Affrontare modi di vivere completamente diversi”, dice Anna. Ma cosa spinge a partire? “La volontà di vedere con i miei occhi alcune realtà e allo stesso tempo di iniziare un percorso che spero diventi professionale. E’ molto importante sottolineare che in queste esperienze c’è molta formazione, che aiuta ad adattarsi in situazioni molto complesse. Il nostro compito è anche raccontare questa complessità”.

Angela, volontaria in Palestina e Colombia con i corpi di pace dell’Operazione Colombia, di recente è stata testimone in un altro luogo simbolo delle disuguaglianze del mondo, l’isola di Lampedusa, la prima frontiera per i migranti in fuga dall’Africa settentrionale. Angela ha raggiunto l’isola a fine settembre, assieme ai volontari dell’Arci, a pochi giorni dalla rivolta dei migranti per il sovraffollamento del centro. Il clima era di fortissima tensione tra la popolazione locale. “Mi ha ricordato l’esperienza in Palestina. La comunità locale era esasperata, al punto che ci è stato sconsigliato di dire che facevamo parte di organizzazioni umanitarie. I volontari infatti erano accusati di aiutare i clandestini”.

Dopo Radio Volontariato, Angela è ospite della puntata di Spazio Volontariato, il programma televisivo che sarà in onda su Veneto Oggi da venerdì e con varie repliche nel corso della prossima settimana. La sua esperienza è stata raccontata anche in una conferenza stampa con Arcisolidarietà.

Un vero e proprio tour de force, dettato dalla necessità di raccontare quando visto e quanto percepito in questa esperienza. Sia Anna che Angela, infatti, ribadiscono quanto sia importante accorciare la distanza con realtà lontane e complesse, spesso raccontate in modo inadeguato dai mezzi di comunicazione di massa. Testimoniare e aiutare a capire aiuta la causa della pace e della giustizia quanto l’azione diretta dei volontari impegnati, come Angela e Anna, in prima linea con la propria passione e capacità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *