Servizio civile regionale: la rappresentanza è donna!

Saranno tre ragazze a rappresentare gli oltre duecento giovani in Servizio civile regionale in Veneto, che hanno iniziato nel gennaio scorso la loro esperienza di formazione e partecipazione in una trentina di enti e associazioni.

Valentina Braghetto, Vania Callegaro e Chiara Lacerti sono le tre nuove rappresentanti, tutte in servizio nel padovano, che rimarranno in carica per due anni. Erano cinque le candidate alla carica di rappresentante: oltre alle tre elette, si erano presentate alle elezioni Alessia Darra e Ylenia Rizzato.

Nel dettaglio, Valentina Braghetto ha ricevuto ben 21 voti, Chiara Lacerti 18 voti e Vania Callegaro 11 voti. Valentina è in servizio al Museo della maschera Amleto e Donato Sartori di Abano, Vania presso l’associazione Khorakanè e Chiara presso il comune di Monselice.

Le elezioni si sono tenute il 7 maggio a Padova, nell’aula magna del complesso Vallisneri, con la partecipazione di un numero molto ridotto di volontari: appena 28.

E’ tuttavia il primo anno che i giovani in Servizio civile regionale hanno la possibilità di eleggere i propri rappresentanti, grazie alle recenti modifiche introdotte dalla Regione Veneto al proprio sistema di servizio civile. In precedenza era stato eletto a rappresentare i giovani in Servizio civile regionale, sebbene questa figura non fosse ancora prevista per legge, l’adriese Filippo Trombini.

Valentina, Vania e Chiara saranno dunque le prime portavoce ufficiali delle centinaia di giovani coinvolti dalla Regione attraverso il proprio sistema di servizio civile. Un passo importante per le volontarie e i volontari che ogni anno scelgono questo percorso di crescita umana, civica e professionale nel proprio territorio.

Foto tratta dalla pagina Facebook “Giovani e Servizio civile in Veneto”

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *