Narrare il paesaggio urbano di Adria

Con la conduzione di Giada Peterle, ricercatrice di Geografia culturale all’Università di Padova, ha preso il via sabato 8 febbraio ad Adria il “Laboratorio urbano” curato dall’associazione Attive Terre.

Primo di due incontri dedicati al paesaggio urbano e alle modalità per narrarlo, ha introdotto i partecipanti all’approccio narrativo e creativo, che verrà utilizzato nel corso del laboratorio: in primo luogo la docente ha presentato le narrazioni non soltanto come rappresentazione dello spazio, ma come strumento attivo per la riflessione, l’osservazione e addirittura la progettazione del territorio.

Dopo un’introduzione ai concetti cardine di luogo e racconto, attraverso una serie di esempi tratti dalla letteratura contemporanea i partecipanti sono stati coinvolti in un processo di “lettura dello spazio” che conduce dalla pagina scritta, dallo spazio di carta allo spazio reale. Nella seconda parte del laboratorio, invece, i partecipanti sono stati guidati ad essere non soltanto “lettori” ma anche “scrittori” del territorio attraverso la fornitura di alcuni spunti utili per la composizione di storie urbane, utili a registrare la presenza/assenza, continuità/discontinuità degli elementi urbani nel territorio di Adria e dintorni.

Il lavoro di sabato prepara l’attività che del successivo incontro, in programma sabato 22 febbraio, nel corso del quale i partecipanti usciranno per “esplorare” il territorio urbano di Adria.

Sabato 15 febbraio, invece, è previsto il secondo incontro del “Laboratorio paesaggio”, a cura di Francesco Visentin: dopo un’esperienza sul campo – con letture di brani e osservazione degli elementi circostanti, annotando in un taccuino ciò che ha colpito l’attenzione, i suoni, i rumori, la storia, i ricordi, l’osservazione da distante – ora i partecipanti ripartiranno dagli appunti raccolti durante l’uscita sul campo, per integrare gli elementi dello spazio con le sensazioni e le osservazioni personali.

I due laboratori sono parte della coprogettazione sociale “Cantiere paesaggio”, promossa e finanziata dal Centro servizi volontariato di Rovigo, a cui prendono parte le associazioni Attive Terre di Adria, Leonardo da Vinci di Villanova del Ghebbo, Cantieri Culturali Creativi di Rovigo, il Manegium di Fratta Polesine e Focus Circolo Fotografico di Adria.

Il Coordinamento scientifico dei laboratori è a cura di Mauro Varotto dell’università di Padova.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *