Pasqua di solidarietà con le colombe dell’associazione Danilo Ruzza

Si avvicina la Pasqua, tempo di gioia da trascorrere con parenti ed amici, una consuetudine che quest’anno sarà negata a tutti.

Quest’anno l’emergenza coronavirus ha fatto saltare anche una serie di appuntamenti ormai tradizionali, legati proprio al periodo pasquale, fondamentali per l’associazione Adoces “Danilo Ruzza”: ogni anno, quattro settimane prima di Pasqua, i volontari dell’associazione provinciale, che promuove la donazione di midollo osseo e cordone ombelicale, scendevano nelle piazze della provincia per la tradizionale campagna di raccolta fondi “In volo per la vita” a sostegno dei propri progetti. Ciò quest’anno non è stato possibile, così come tante tradizionali iniziative di altre associazioni.

Tuttavia, grazie al passaparola, molti sostenitori hanno contribuito lo stesso e tante colombe sono riuscite ad arrivare nelle case dei polesani, nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti.
“Vogliamo condividere con tutti voi alcuni gesti di “solidarietà nella solidarietà” dei nostri sostenitori che riempiono il cuore di fiducia e speranza – raccontano i volontari -. Un cittadino, ad esempio, ha regalato un cartone delle nostre colombe alla Caritas, del proprio paese per addolcire la spesa destinata a persone in difficoltà. Un medico, nonostante la grande mole di lavoro di questi giorni, ha pensato di acquistare una trentina di colombe da regalare ai colleghi e a tutti gli operatori della medicina di gruppo in cui opera. Infine, un altro privato cittadino ha regalato settanta colombe alla Casa Albergo per Anziani di Lendinara, per rendere meno amara la Pasqua degli ospiti, che trascorreranno la festa lontano dai loro familiari”.

Volontari dell’associazione Danilo Ruzza

L’associazione “Danilo Ruzza” ha poi pensato di regalarne alcune anche agli operatori sanitari del Sisp, alle infermiere del servizio domiciliare di Adria e al centro trasfusionale di Adria come omaggio per i donatori di sangue, che in questo momento sono più che mai preziosi.

“Molti gesti di solidarietà di privati cittadini, ditte e associazioni come la nostra, stanno riempendo di luce questi tempi bui – concludono -. Il mondo del volontariato e la generosità delle persone non soccombono ad alcun virus”.

La donazione consente di curare malattie inguaribili, come le leucemie. L’associazione Danilo Ruzza promuove questa opportunità con campagne informative e di sensibilizzazione, grazie ai volontari presenti nelle quattro sedi di Adria, Castelmassa, Fiesso Umbertiano e Lendinara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *