Premio Amnesty Italia: candidature aperte

Inizia la ricerca della canzone italiana dell'anno, che si è distinata per aver trattato tematiche legate al tema dei diritti umani. Il brano riceverà il premio Amnesty International Italia durante il festival nazionale "Voci per la Libertà", in luglio a Rosolina Mare.

Chiunque può proporre il brano di un artista italiano noto. Le proposte saranno prese in considerazione e analizzate da uno staff composto da personale di Amnesty International Italia e dell'associazione Voci per la Libertà, che ne selezionerà solo 10, le più centrate e convincenti. Le 10 nomination verranno poi sottoposte ad una giuria di importanti addetti ai lavori (direttori di testate specializzate, giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, docenti universitari, referenti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà), che eleggerà tra le candidate il Premio Amnesty International Italia 2018. Il vincitore sarà ospite nella XXI edizione di Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty, a luglio a Rosolina Mare (Ro).

I brani devono essere stati pubblicati tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017, composti/interpretati da un artista italiano noto e riguardanti i diritti umani; su un tema, quindi, legato alla Dichiarazione universale dei diritti umani.

I vincitori delle scorse edizioni: "Il mio nemico" di Daniele Silvestri (2003), "Pane e coraggio" di Ivano Fossati (2004), "Ebano" dei Modena City Ramblers (2005), "Rwanda" di Paola Turci (2006), "Occhiali Rotti" di Samuele Bersani (2007), "Canenero" dei Subsonica (2008), "Lettere di soldati" di Vinicio Capossela (2009), "Mio zio" di Carmen Consoli (2010), "Genova brucia" di Simone Cristicchi (2011), "Non è un film" di Frankie Hi-Nrg MC e Fiorella Mannoia (2012), "Gerardo nuvola 'e Povere" di Enzo Avitabile e Francesco Guccini (2013), "Atto di forza" di Francesco e Max Gazzè (2014), "Scendi giù" di Alessandro Mannarino (2015), "Pronti a salpare" di Edoardo Bennato (2016), "Ballata triste" di Nada Malanima (2017).

Per partecipare, basta scrivere inviare le proprie proposte a info@vociperlaliberta.it entro e non oltre il 31 gennaio 2018.