Cinque anni di "Radio Volontariato"

“Radio Volontariato” compie 5 anni. Il programma dedicato alle associazioni e ai volontari del nostro territorio festeggia il traguardo con una puntata speciale, con protagonisti alcuni dei protagonisti di queste cinque stagioni trascorse negli studi di Radio Kolbe. Una chiacchierata a ruota libera, quella che va in onda nella seconda metà di febbraio, condotta come sempre da Francesco Casoni e Giulia Ranzani del Centro servizi volontariato di Rovigo. Tornano in studio per l’occasione anche i due precedenti conduttori, Denis Maragno e Giulia Martello, affiancati da alcuni ospiti scelti tra i più significativi che hanno preso parte alla trasmissione.

Mattia De Poli, nel 2011, è stato il secondo ospite della trasmissione, allora in veste di presidente dell’Avis comunale di Rovigo. “Oggi ho passato il testimone, ma resto come vicepresidente – racconta – Continua l’impegno dell’associazione per coinvolgere i giovani. Esiste anche un gruppo giovani provinciale”. Valentina Tienghi ha esordito, sempre nel 2011, come esponente di Libera, per tornare in seguito come volontaria in Servizio civile e come volontaria dell’associazione Blu Soccorso: “Continuo a collaborare con l’Anpas, l’associazione delle Pubbliche Assistenze, per un progetto di storytelling”.

Un lungo percorso nel Terzo Settore, tra volontariato, studi e lavoro, quello compiuto anche da Federico Paralovo: l’esordio nel 2011 per raccontare Artinstrada, la sua associazione, seguito da numerosi ritorni. Oggi Federico lavora per Confcooperative e cura, in particolare, il progetto CoopUp per promuovere le “start up” giovanili.

Anche i precedenti conduttori hanno fatto nuovi percorsi di vita e professionali nell’ultimo lustro: Denis lavora per una cooperativa sociale ed è nel direttivo della Fiab, l’associazione degli Amici della bicicletta, mentre Giulia sta finendo gli studi universitari in Comunicazione, collabora come grafica con il Csv ed è impegnata con l’associazione Voci per la Libertà. In tono con l’eccezionalità della puntata, c’è spazio anche per una domanda al conduttore: cos’ha significato per te fare radio in questi cinque anni? “Imparare a parlare in pubblico, ma soprattutto conoscere decine di persone e storie, spesso sorprendenti”.

Nei prossimi cinque anni “Radio Volontariato” si dà l’obiettivo di continuare a sorprendere, raccontando il volontariato nei suoi lati più sconosciuti e inaspettati.

Ascolta la puntata >