Cinque per mille 2017: cosa cambia

Dal 2017 entrano in vigore diverse novità riguardo al 5 per mille. La principale è che non sarà più necessario per le associazioni presentare ogni anno la richiesta di iscrizione agli elenchi, ma l'elenco dei possibili beneficiari diventa permanente. Di seguito una panoramica degli obblighi previsti.

L'associazione ha già presentato domanda per il 5 per mille nel 2016
Non va presentata né una nuova richiesta di iscrizione agli elenchi dei beneficiari del 5 per mille né la dichiarazione sostitutiva di conferma dei requisiti. L’associazione deve però verificare di essere presente negli elenchi permanenti pubblicati dall’Agenzia delle Entrate e che i dati siano corretti.

Nell'elenco sono presenti dati errati o non aggiornati
L’Associazione deve chiedere la correzione all’Agenzia Regionale delle Entrate competente per territorio, compilando il modello AA5/6 (lo stesso con cui le associazioni richiedono l’apertura del codice fiscale) entro il 20 maggio (nel 2017 il termine è prorogato al 22 maggio).

E' stato nominato un nuovo presidente
Se il legale rappresentate è diverso da quello in carica quando è stata inviata la domanda nel 2016, l’Associazione deve inviare all’Agenzia Regionale delle Entrate, tramite raccomandata a.r. (con avviso di ricevimento) o Posta Elettronica Certificata (PEC), una nuova dichiarazione sostitutiva con cui, oltre a confermare di avere i requisiti, indica la data di nomina del nuovo Presidente e la data dell’invio telematico della domanda relativa al 2016 (dato rinvenibile nella ricevuta rilasciata l’anno scorso). Alla dichiarazione sostitutiva va allegata una copia del documento di identità del rappresentante legale. Il tutto va spedito entro il 30 giugno 2017. Per le associazioni con sede in Veneto, l’indirizzo a cui spedire è: Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale Del Veneto - Via G. De Marchi, 16 - 30175 Marghera (VE).

L'associazione non ha mai presentato domanda per il 5 per mille
Le associazioni in possesso dei requisiti, come ad esempio le Onlus, comprese le Organizzazioni di Volontariato iscritte al Registro Regionale, le Associazioni di Promozione Sociale iscritte al Registro Regionale e le Associazioni Sportive Dilettantistiche con determinate caratteristiche, possono presentare domanda attraverso le consuete modalità che ricapitoliamo:
-    domanda di iscrizione entro l’8 maggio 2017. La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica (avvalendosi di un intermediario abilitato, quali CAAF o commercialisti), utilizzando l’apposito Modello 2017;
-    entro il 14 maggio 2017 l’Agenzia delle Entrate pubblicherà sul proprio sito l’elenco provvisorio degli iscritti, ed entro il 22 maggio 2017 sarà possibile verificare eventuali errori e richiedere le correzioni alla competente Agenzia Regionale delle Entrate tramite modello AA5/7; l’elenco aggiornato e definitivo degli iscritti sarà pubblicato entro il 25 maggio 2017;
-    entro il 30 giugno 2017 il legale rappresentante dovrà trasmettere la dichiarazione sostitutiva attestante il possesso dei requisiti per l’iscrizione al beneficio alla competente Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate tramite raccomandata A/R (con avviso di ricevimento).
Le associazioni sportive dilettantistiche sono tenute a modalità leggermente diverse per le quali si rimanda al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Servizio di invio telematico
Per gli enti del volontariato con sede in provincia di Rovigo, che devono presentare per domanda, è a disposizione il servizio di invio telematico del Csv. Le richieste devono essere consegnate o spedite tramite posta elettronica all’indirizzo info@csvrovigo.it, con richiesta di notifica di lettura e la dicitura "5 per mille 2017" nell’oggetto, entro il 28 aprile p.v.

Delle novità introdotte a partire dall’edizione 2017 ma anche delle modalità di richiesta e rendicontazione del 5 per mille si parlerà al seminario del 21 aprile p.v. alle ore 17.30 presso la sede di Rovigo del CSV.

Scarica gratuitamente la Guida alle novità del 5 per mille 2017 (formato .pdf)