Ecco come aiutare Emergency

Per fare volontariato con Emergency non è necessario essere medici. Sono tantissimi i modi in cui è possibile sostenere la grande "macchina organizzativa" che rende possibili gli ospedali, le cliniche mobili e gli altri progetti dell'organizzazione a favore delle persone vittime della guerra o della povertà.

Progetti che hanno bisogno di essere sostenuti economicamente, ma anche conosciuti il più possibile. Ai curiosi, agli aspiranti volontari, a chi vorrebbe saperne di più, a chi vorrebbe far fruttare un po' del proprio tempo libero, il gruppo Emergency di Rovigo propone un incontro ad hoc: appuntamento sabato 11 marzo, alle 15.30 al circolo Auser “Città delle Rose”, in via Alfieri, 6, nel quartiere Commenda.

E' un incontro pensato per offrire tutte le informazioni utili, senza alcun impegno, a chi volesse avvicinarsi all'associazione. E' aperto a tutti ed è anche un'occasione per raccogliere disponibilità, proposte, richieste da parte di chi volesse dare una mano all'associazione. Si può fare in tanti modi: partecipando al classico banchetto di raccolta fondi, ad esempio, in cui i volontari offrono informazioni a chi vuole fare una donazione e raccolgono i contributi che consentono di finanziare gli ospedali, gli ambulatori e le cliniche mobili di Emergency. Oppure si può sostenere l'attività di Emergency cercando sostenitori tra enti pubblici, organizzazioni e aziende.

O ancora, contribuendo all'organizzazione di eventi, spettacoli, concerti, cene di raccolta fondi. Ancora, è possibile partecipare alla promozione dei progetti e alla diffusione delle attività e delle tematiche care ad Emergency, sia con strumenti di comunicazione (comunicati stampa, web, social network, video su Youtube), sia prendendo la parola in incontri pubblici o laboratori nelle scuole elementari, medie e superiori. Infine, si può dare una mano con idee e strumenti che ancora non esistono, proponendo attività o iniziative completamente nuove, sulla base delle proprie passioni e delle proprie capacità.

Ospite dell’incontro di sabato sarà Paola Carmignola, infermiera impegnata con Emergency in Afghanistan, che oggi continua a sostenere l’associazione con molte attività nel suo territorio e in Veneto. La partecipazione è libera. Per informazioni, contattare l'associazione al numero 331.1124828 o all'e-mail info@emergencyrovigo.it