Racconti musicali, armonie solidali

Dopo la pausa estiva, riaprono i laboratori dell'associazione Renzo Barbujani. E' ripartito il laboratorio di scrittura creativa e, a breve, riprenderanno l'attività anche i laboratori di pittura e di fotografia.

Si è concluso, invece, il laboratorio “Racconti musicali, armonie solidali”, realizzato in collaborazione con la Casa di cura e il Centro servizi Anziani “Città di Rovigo” e il Conservatorio di musica “F. Venezze” e che ha coinvolto numerose persone desiderose di percorrere assieme, in uno spirito di condivisione e solidarietà, un itinerario per andare alla scoperta del magico e per certi versi misterioso mondo della musica.

Questo Laboratorio si é affiancato ai tradizionali laboratori di pittura, di scrittura creativa e fotografia. "Il laboratorio musicale - afferma Paolo Bordin, che ne è stato il coordinatore e che è anche il presidente della Renzo Barbujani - è stata un'esperienza positiva e coinvolgente, che ha permesso all'associazione di esplorare un nuovo ambito di attività e di sperimentare come sia possibile coniugare solidarietà, cultura e intrattenimento".

Il progetto del laboratorio, infatti, non aveva lo scopo di di trasmettere conoscenze o far acquisire competenze in campo musicale, ma di fornire anche occasioni di aggregazione, facendo leva sull'interesse individuale per la musica, fornendo nel contempo conoscenze per capire e gustare al meglio opere e brani musicali, siano essi una sinfonia classica o una canzone moderna e popolare.

Grazie alla competenza e alla capacità di coinvolgere le persone dei due referenti musicali, Giuliano Pajarini e Alessandro Marcato, i partecipanti al laboratorio hanno potuto scoprire le magie del mondo dei suoni e ripercorrere la storia della musica e del canto. Apprezzatissime, inoltre, le loro perfomances strumentali (Pajarini alla tromba, e Marcato all'oboe), come le esibizioni di Bruno Paganelli alla fisarmonica, dei giovani fratelli Davide e Francesco Periotto (rispettivamente sassofono e clarinetto) e del loro coetaneo Alessandro De Checchi al pianoforte, della violoncellista Milli Saltarelli e dell'orchestra “Amici della musica”, diretta dal maestro Vaifro Zanforlin.

Un cenno particolare merita Sergio Passarella, che ha riproposto canzoni d'epoca e moderne con le sua voce possente e che con la sua verve ha animato alcuni incontri abbiamo messo a frutto questa esperienza e così ne è nato un format di incontri di animazione per anziani, che unisce canti, poesia, racconti, ma anche spunti culturali, che abbiamo già avuto modo di proporre, in collaborazione il Cral “La Ciacola”, di cui Passerella é presidente, in occasione della festa d'estate al Centro servizi anziani del Policlinico di Rovigo e di fine estate al Centro servizi anziani di Adria.

Memorabile è stato l'incontro del 17 dicembre scorso per gli auguri di natale, grazie alla presenza del gruppo Carpe Diem di Canalnovo di Villanova Marchesana, che ha ricreato l'atmosfera della chiara stella e della festa della befana, con tipici canti popolari.
Abbiamo vissuto, specie nella fase iniziale del progetto, una bellissima esperienza di amicizia e solidarietà, con gli anziani ospiti del Centro servizi della Casa di cura Città di Rovigo, dove si sono svolti i primi otto incontri: i volontari e i soci della Barbujani hanno condiviso la partecipazione al laboratorio con gli ospiti del centro, intessendo anche rapporti di amicizia.

"Debbo riconoscere - conclude il presidente Bordin - che senza l'input che ci è derivato dal fatto di mettere a punto un progetto di solidarietà per partecipare al bando emanato dal Csv di Rovigo, non avremmo ideato né realizzato questo laboratorio, che per l'associazione Barbujani ha costituito un momento di crescita, perché ci ha permesso di sperimentare concretamente come la cultura possa essere coniugata in maniera solidale e piacevole, aggregando le persone e favorendo nuove relazioni interpersonali. Ed proprio per questo che si cercherà di dare continuità al laboratorio, anche con nuove formule, perché tutto ciò va nella direzione dell'impegno che caratterizza la nostra associazione nella sua quotidiano attività nel campo del volontariato culturale e sociale".

Fonte: Associazione Renzo Barbujani