Conferenza Nazionale del Volontariato

Dal 5 al 7 ottobre 2012 a L'Aquila si terrà la 6^ Conferenza nazionale del volontariato, convocata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale per il Volontariato e in partenariato con la Provincia de L’Aquila e il Coordinamento nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato – CSVnet.

Si tratta dell’appuntamento formale più importante di incontro e di confronto del volontariato con il governo e con le Istituzioni nazionali. La Conferenza è prevista dall’articolo 12 della legge 266/1991, dovrebbe svolgersi con cadenza triennale e l’ultima si è svolta a Napoli nel 2007.

Il tema di quest’anno è il ruolo del volontariato per uscire dalla crisi, il suo contributo per il cambiamento sociale. Il gruppo di lavoro dell’Osservatorio, di cui fa parte CSVnet, intende raccogliere spunti e proposte concrete dai territori al fine di elaborare un documento finale da presentare alla Conferenza.

Il Csv di Rovigo e l’associazione Polesine Solidale intende organizzare una piccola delegazione locale alla Conferenza ma soprattutto dare voce e raccogliere istanze e contributi dalle Associazioni della provincia di Rovigo. Allo scopo, si chiede a tutte le Associazioni di compilare la scheda proposta dall’Osservatorio, sotto riportata.

Altro ambito di intervento non previsto nell'elenco sopra riportato
Quali sono gli effetti (nuove povertà, marginalità, disuguaglianze e ingiustizie) della crisi nel vostro territorio e come le organizzazioni di volontariato vivono tali criticità? (Max 1.000 caratteri)
Dove e come (con quali strumenti e quali azioni) la tua organizzazione di volontariato interviene e/o dovrebbe intervenire per alleggerire gli effetti della crisi e contribuire a nuovi modelli di sviluppo sostenibili, equi e solidali? (Max 1.000 caratteri)
Con quali altri soggetti pubblici e privati si può “fare alleanza” e “mettersi in rete” per rendere il ruolo e il servizio delle organizzazioni di volontariato più incisivi? (Max 1.000 caratteri)
A livello locale e nazionale, che tipo di politiche e interventi pubblici possono favorire uno sviluppo e un’azione più incisiva delle organizzazioni di volontariato? (Max 1.000 caratteri)
(Max 1.000 caratteri)