Elenchi permanenti del 5 per mille

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli elenchi permanenti dei beneficiari del 5 per mille.

Suggeriamo caldamente di verificare eventuali errori o variazioni (codice fiscale errato, sede legale modificata, nuovo Presidente, ecc.) nell'elenco sul sito dell'Agenzia delle Entrate, a questo link.

Le correzioni di eventuali errori contenuti nell’elenco potranno essere richieste, entro il 21 maggio 2018 dal legale rappresentante dell’Associazione o da un suo incaricato munito di formale delega, alla Direzione Regionale delle Entrate (per il Veneto: Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale del Veneto - Ufficio Gestione Tributi - Via G. De Marchi, 16 30175 Marghera Venezia o PEC – Posta Elettronica Certificata dr.veneto.gtpec@pce.agenziaentrate.it, inserendo nell’oggetto “5 per mille - Gestione Tributi”).

Le richieste di correzione, debitamente firmate, dovranno essere corredate da copia del documento di riconoscimento del firmatario e dall’eventuale ricevuta di presentazione del modello AA7/10 o AA5/6 (certificato di attribuzione del numero di Partiva Iva o del Codice Fiscale).

Infatti, per eventuali errori riscontrati nell’elenco, quali una denominazione o una sede non aggiornata è necessario, prima della richiesta di correzione alla Direzione Regionale, provvedere tempestivamente a comunicare le variazioni utilizzando il mod. AA5/6 (per variazioni comunicate da soggetti in possesso del codice fiscale)  o il mod. AA7/10 (modello per variazioni relative a soggetti titolari di partita IVA) ad un qualunque ufficio dell’Agenzia, anche in via telematica direttamente ovvero tramite gli intermediari abilitati.

Inoltre, le associazioni dovranno inviare, a pena di decadenza – entro il 2 luglio 2018 – a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate (stessi recapiti sopra indicati) la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesta la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione. Alla dichiarazione sostitutiva va allegata copia di un documento di identità del legale rappresentante.

Si ricorda che le associazioni che hanno fatto domanda nel 2016 e nel 2017 non erano tenute ad effettuare una nuova richiesta di contributo nè ad inviare la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà salvo il caso in cui sia variato il Presidente.

Per approfondire, visita la sezione "5 per mille" >

 Allegati:
- Modello AA5/6 (formato .pdf)
- Modello AA7/10 (formato .pdf)
- Dichiarazione sostitutiva Enti del volontariato (formato .pdf)