Fare volontariato aiuta anche a trovare lavoro

Chi dedica parte del proprio tempo ad attività di volontariato fa qualcosa di utile per altri, ma fa del bene anche per se stesso. Sempre più ricerche confermano che l'attività di volontariato fa bene anche a chi la fa.

Fare volontariato fa stare bene. Non solo perché, dando una mano a chi ha bisogno o rendendosi utili alla propria comunità, si ricevono soddisfazioni e gratificazioni. Uno studio recentemente pubblicato sul British Medical Journal sostiene che il volontariato migliora proprio il benessere psichico ed emotivo di chi lo fa, specie tra gli adulti. Perchè? Principalmente per le relazioni sociali e i contatti con altre persone, con cui si condividono non solo un'attività, ma spesso passioni e ideali.

Fare volontariato aiuta a trovare lavoro. Molte ricerche confermano un fenomeno che molte associazioni osservano direttamente: fare volontariato dà delle chance in più a chi cerca lavoro. Uno studio del Corporation for National & Community Service ("Volunteering as a Pathway to Employment") ha anche misurato l'impatto di questa scelta: chi fa volontariato ha il 27% di possibilità in più di trovare lavoro. Il dato è spiegato da tre fattori: le competenze, conoscenze e capacità che si maturano all'interno di un'organizzazione; la ricchezza di contatti e relazioni; l'impressione positiva che dà della persona.

Di certo, chi ha esperienze di volontariato dovrebbe valorizzarle nel proprio curriculum vitae, al pari di quelle lavorativi e del percorso di studi. Anche perchè il volontariato, come molte altre attività svolte nel tempo libero, racconta molto di chi siamo: le nostre passioni, i nostri interessi, il nostro carattere, le competenze che possediamo realmente.

Molti reclutatori di aziende prestano attenzione a questo aspetto della nostra vita. Anche LinkedIn, il social network di professionisti, da alcuni anni ha iniziato a valorizzare le attività di volontariato nei profili degli utenti. Tra i consigli per realizzare un buon profilo, c'è anche l'invito a valorizzare le attività che si svolgono gratuitamente e a beneficio della comunità. Secondo il 41% dei professionisti interpellati da LinkedIn negli Stati Uniti, le esperienze di volontariato competono alla pari con quelle lavorative nella valutazione di un candidato.

Link utili:
- Scopri come diventare volontario in Italia o all'estero >