Università Auser alla scoperta del Delta

Si chiude in Polesine, nel Delta del Po, l'anno accademico delle Università Popolari Auser di tutto il Veneto. Il grande evento regionale, in programma lunedì 21 maggio, inaugura anche una fase di rilancio del territorio polesano e delle sue bellezze, che dal prossimo anno saranno promossi attraverso la rete delle Università Popolari in tutte le province venete.

Sono almeno un'ottantina i visitatori, volontari Auser e rappresentanti delle Università Popolari delle varie provincie, attesi lunedì mattina a San Basilio, nei pressi di Ariano nel Polesine. Al Centro turistico culturale, vicino alla bella chiesa romanica e al sito archeologico.

Dopo l'assemblea delle 9.30, i partecipanti parteciperanno ad una visita guidata, con le guide turistiche di Co.se del Po, al sito di grande valore storico e archeologico, sorto sull'antica linea costiera, a ridosso della via Popilia, che collegava Aquileia a Rimini. I partecipanti ammireranno i reperti conservati al museo del Centro turistico culturale e la singolare chiesetta romanica, sorta sui resti di un'antica duna fossile.

A mezzogiorno il pranzo nella sede dell'Auser "Deltariano" ad Ariano nel Polesine. La scelta di questa sede conferma la  volontà dell'Auser Regionale di voler valorizzare con la presenza i circoli del territorio. In questa occasione sarà ufficialmente siglato il gemellaggio tra il circolo Auser "Deltariano" e l'Auser di Tolentino, comune marchigiano colpito dal terremoto del 2016.

Parteciperanno i presidenti delle Auser provinciali di Rovigo e Macerata, di quella regionale del Veneto, Maria Gallo, e delle Marche, Manuela Carloni. Dopo pranzo, gli ospiti si sposteranno a Pila, nel lembo più orientale del Delta del Po, per un lento viaggio in motonave alla scoperta del paesaggio unico alle bocche del Po di Pila.

La presidente provinciale Auser, Marinella Mantovani, esprime la propria soddisfazione: "L'appuntamento di lunedì non è solo un punto di arrivo dell'anno accademico, ma è l'avvio di una nuova iniziativa, legata proprio alla scoperta del territorio polesano: dall'autunno, infatti, nei programmi delle Università Popolari Auser del Veneto entreranno anche momenti dedicati alla conoscenza dei territori. Il Polesine e il suo Delta del Po, dunque, saranno illustrati da docenti anche nei corsi programmati in altre province, creando le basi per far scoprire a un numero sempre maggiore di potenziali fruitori le bellezze e le attrattive della terra tra i due fiumi".

In provincia di Rovigo, le Università Popolari Auser sono presenti ad Ariano nel Polesine, Castelmassa, Lendinara, Polesella, Santa Maria Maddalena e Crespino. "A loro va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto", conclude Mantovani.

Foto: Marinella Mantovani assieme ai presidenti dei circoli Auser della provincia di Rovigo; il circolo Auser "Deltariano" in visita a Tolentino