Sportello Amministratore di sostegno

Sono state 37 le consulenze offerte l’anno scorso dal nuovo sportello sull’Amministratore di sostegno, attivato dall’associazione Pianeta Handicap in collaborazione con il Csv e con un team di 10 avvocati volontari.

A fine anno, l’associazione traccia un bilancio dell’attività, nell’intento di rilanciare e far crescere il servizio, avviato lo scorso aprile. Complessivamente, lo sportello ha funzionato per circa sette mesi, durante i quali ha aperto 12 volte, dando appuntamento a 37 persone. Oltre la metà delle richieste proveniva da donne. La maggior parte delle richieste ha riguardato problemi di persone anziane o adulte non autosufficienti, ma anche persone con disabilità, generalmente figli. La maggior parte delle persone proviene da Comuni del medio Polesine e dal capoluogo, ma è consistente anche il numero di richieste provenienti dal basso Polesine.

Lo Sportello apre ogni quindici giorni nella sede del Centro servizi volontariato di Rovigo, mettendo a disposizione gratuitamente un gruppo di avvocati, specializzati in materia di Amministratore di sostegno. Questa figura è stata istituita per aiutare quelle persone che, per un’infermità o disabilità fisica o psichica, anche parziale o temporanea, non sono in grado di occuparsi dei propri interessi. L’Amministratore di sostegno, riconosciuto da un giudice tutelare, può essere il coniuge, un parente o una persona indicata dal beneficiario.

Lo sportello funziona esclusivamente su appuntamento, che viene fissato in genere entro un paio di settimane dal primo contatto. Per prenotare, occorre telefonare al numero 324.8227248 il mercoledì o il giovedì dalle 10.00 alle 12.00.

Altre informazioni sul sito www.pianetahandicap.it

Nella foto: il presidente del Csv, Lamberto Cavallari, la presidente di Pianeta Handicap, Leda Bonaguro, assieme alle responsabili del servizio.