Insieme alla Marcia della pace

"Questo è il tempo in cui dobbiamo osare la fraternità". Domenica 7 ottobre 2018 torna la Marcia della pace Perugia-Assisi, storica manifestazione che unisce coloro che chiedono un mondo basato sulla giustizia, l'equità, il rispetto dei diritti umani e dell'ambiente.

Sono aperte le iscrizioni per una corriera da Rovigo fino a Bastia Umbra. La partenza è prevista per le 6.00 dalla bottega del commercio equo e solidale La Fionda di Davide, in viale della Tecnica, 10. Il costo del viaggio è di 25 euro. Informazioni e iscrizioni alla Fionda di Davide: tel. 0425.404323

L'appello per la marcia, pubblicato sul sito www.perlapace.it, è un campanello d'allarme: "I numerosi progressi che abbiamo ottenuto in tanti campi ci aprono orizzonti impensati per migliorare le condizioni di vita di tutti e portare la pace laddove ancora non c’è. Eppure rischiamo di essere travolti da numerosi problemi che abbiamo causato e che non abbiamo ancora risolto: dalla povertà di miliardi di persone al cambiamento climatico, dalle guerre alle migrazioni", scrivono i promotori. "Alcune delle più importanti conquiste dell’umanità rischiano di essere progressivamente cancellate o annullate: l’universalità dei diritti umani, il diritto alla dignità, il principio di uguaglianza e di giustizia, la democrazia", prosegue l'appello, che si conclude con un invito a mobilitarsi.

"Noi sappiamo che sono le persone a fare la storia e che il cambiamento che sogniamo, la pace che desideriamo per noi, per i nostri cari e per l’umanità intera non dipende solo dalle grandi decisioni ma anche da tutte le piccole, piccolissime, azioni fatte ogni giorno, da ciascuno, dappertutto", prosegue l'appello.

Il 7 ottobre, dunque, si camminerà da Perugia ad Assisi, "per ritrovarci e fare insieme un altro piccolo tratto della lunga marcia della pace e della fraternità che ci vede impegnati tutti i giorni. Quel giorno uniremo le nostre voci e mostreremo a tutti quanto siamo numerosi. Ci riconosceremo portando ciascuno un segno di quello che facciamo nel corso dell’anno, delle idee e delle proposte che stiamo cercando di realizzare per mettere fine all’orrore e consentire a ciascuno di vivere in pace".

A Rovigo promuovono la partecipazione alla marcia: cooperativa sociale Porto Alegre, associazione La Fionda di Davide, Arcisolidarietà, Centro di Documentazione Polesano, Libera Rovigo, Legambiente Rovigo, WWF Rovigo, Coordinamento dei soci di Banca Etica, comunità Emmaus di Fiesso, Caritas Diocesana di Adria e Rovigo, parrocchia di Beverare, Centro Francescano di Ascolto, Comunità Missionaria di Villaregia, Voci per la Libertà, Unità Pastorale San Martino e Beverare, UISP Rovigo, Bene confiscato di Salvaterra, cooperativa sociale Di Tutti i Colori.