La differenza non è una sottrazione

Giovedì 10 novembre 2016 si avvia il ciclo di laboratori del progetto “La differenza non è una sottrazione” dell’associazione Ramatnal Onlus di San Bellino. Un progetto rivolto specialmente ai giovani italiani e stranieri residenti nei Comuni partner, affinché diventino loro stessi promotori e protagonisti di iniziative artistiche e culturali locali in sinergia con istituzioni e associazionismo.

Dopo gli incontri di ottobre con riflessioni condivise sulle espressioni del bello e della soggettività dell’arte, sulla musica come vibrazione comunicativa, sulla natura come punto di partenza per dar voce a luoghi e relazioni, dal 10 novembre 2016 inizia la seconda fase del progetto, che offre la possibilità di fare esperienze di scrittura creativa, musica e teatro.

Si parte a Rovigo presso il Centro Giovanile Marvelli, giovedì 10 novembre alle ore 18.00, con il laboratorio “Musica. Contaminazioni e improvvisazioni”, condotto da Luca Vallese (dejambé), Silvia Mischiari (canto etnico), Stefano Grazia (tabla indiane), Chiara Parolo (clarinetto), Nicola Rigobello ( pianista e compositore).

Il secondo laboratorio “Scrittura creativa. Storie e intrecci” sarà condotto da Walter Lazzarin, giovane scrittore locale, e prenderà il via sabato 12 novembre alle ore 16, ospitato all’interno della villa Valente-Crocco a Salvaterra di Badia Polesine.

Ultimo laboratorio in ordine cronologico “Teatro. Luogo di sperimentazione e ricerca” si terrà da martedì 22 novembre alle ore 20.30 presso la Biblioteca Comunale di San Bellino, durante il quale i ragazzi saranno accompagnati da Elisabetta Borille (attrice, ass.ne Zagreo), Andrea Zanforlin (attore, Teatro del Lemming), Elena Guzzon (danzaterapeuta, A.R.T.E.).

Le esperienze laboratoriali si protrarranno per tutto il mese di novembre. Scopo dei laboratori è sperimentare che la differenza non solo non è una sottrazione, ma è bellezza, è ricchezza, è vita, ed avviare alla progettazione dell’evento finale i giovani stessi rendendo così democratica la sperimentazione e fruizione artistica 

Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2015. L’iniziativa vede come partner e promotori le Amministrazioni Comunali di Rovigo, Badia Polesine e San Bellino, che stanno sviluppando iniziative culturali nei rispettivi territori, nonché il coinvolgimento di diverse associazioni, tra le quali Ramatnal, l’Avis e la Polisportiva di San Bellino, il Centro di Documentazione Polesano di Badia Polesine e l’associazione culturale L’Asino d’oro di Rovigo.