Ragazzi disabili alla scoperta della cucina

Si ferma per la pausa estiva il laboratorio di cucina realizzato ad Adria, che ha coinvolto una decina di ragazze e ragazzi con disabilità, insegnando loro come gestire la cucina e il servizio in un’attività di ristorazione.

Realizzato con la collaborazione di un’impresa di Adria e promosso dalle associazioni Aitsam e Pianeta Handicap – Mosaico’s Friends, con il supporto degli educatori della cooperativa sociale Attivamente, il corso è una delle azioni nate nell’ambito della coprogettazione sociale sul tema della disabilità, promossa dal Centro servizi volontariato. Il ciclo di lezioni, tutte il venerdì mattina, ha una durata complessiva di 30 ore, metà delle quali sono state realizzate in questa prima parte dell’anno, per poi riprendere e concludersi in autunno.

Tutti giovani i partecipanti a questo percorso, provenienti da Adria e dal basso Polesine. Per loro il laboratorio è stato dunque una vera e propria esperienza di formazione, in cui conoscere il mondo della cucina dai fornelli al servizio in tavola e quindi acquisire competenze spendibili eventualmente anche in un futuro progetto lavorativo. Aiutare i ragazzi ad esprimere il proprio potenziale, apprendere nuove capacità ed esplorare possibili percorsi di inserimento lavorativo significa garantire loro di potersi rendere autonomi dalla famiglia e dai progetti di assistenza, costruendo con le proprie mani il proprio futuro.

Della coprogettazione sulla disabilità fanno parte complessivamente cinque associazioni: oltre a Pianeta Handicap e Aitsam, collaborano alla realizzazione delle attività l’associazione Parkinson Rovigo, Down Dadi e Comete.

Nella foto, i partecipanti ai laboratori assieme a Roberta Paesante (consigliere del Csv di Rovigo), Ferruccio Donà (Aitsam) e Adelia Ciciliato (Pianeta Handicap Adria).