Legge sull'amministratore di sostegno

Il 14 aprile 2017 è stata emanata la legge regionale n. 10 ("Norme per la valorizzazione dell’amministratore di sostegno a tutela dei soggetti deboli"), con cui la Regione Veneto potenzia i servizi a sostegno alle persone anziane, disabili o temporaneamente inabili e alle loro famiglie.

L'amministratore di sostegno è una persona nominata con decreto dal Giudice Tutelare che ha il compito di assistere, sostenere e rappresentare chi, per effetto di problematiche di tipo fisico o psichico, si trovi nell'impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere in tutto o in parte al compimento delle funzioni della vita quotidiana.

Si tratta di una figura introdotta con la Legge 6/2004 che ha lo scopo di garantire una sorta di "protezione giuridica", senza tuttavia limitare in modo eccessivo, come avverrebbe con una sentenza di interdizione, la capacità di agire di chi versa in una situazione di difficoltà a provvedere autonomamente ai propri interessi.

Con l’ultimo provvedimento normativo, la Regione Veneto definisce linee-guida, organizzazione informatica dei dati e formazione per gli amministratori di sostegno e, grazie allo stanziamento di un apposito fondo, istituirà entro 120 giorni dall’emanazione della legge, un nuovo servizio di supporto agli amministratori di sostegno, che avrà sede presso le Ulss e i Comuni che si convenzioneranno. La legge regionale prevede anche l’istituzione di un albo regionale delle persone disponibili a svolgere l’incarico e in possesso dei requisiti.

La Regione Veneto favorirà anche la realizzazione di sportelli di promozione dell’amministratore di sostegno presso i comuni, le aziende Ulss e gli enti pubblici, ma anche di sistemi di videoconferenza per l’ascolto di quanti, per difficoltà di locomozione o problemi psichici, hanno difficoltà a recarsi presso gli sportelli sul territorio.

Presso la Giunta regionale viene inoltre istituito un tavolo permanente sul tema dell’amministrazione di sostegno quale organismo di studio, ricerca e coordinamento nell’applicazione dell’istituto a livello regionale e per il rilevamento dello stato di attuazione della nuova legge.

Allegato:
- Testo della legge regionale n. 10/2017 (formato .pdf)