Leggo, dunque sogno

Si apre venerdì 9 giugno 2017, con la presentazione alle 17.00 alla Casa delle Associazioni di Adria, il nuovo progetto dell’associazione genitoriale di volontariato Attive Terre.

Intitolato "Leggo dunque sogno – Attivazione per la condivisione e il sostegno”, si rivolge ai bambini ospedalizzati del reparto pediatrico, ma il progetto ha un respiro più ampio e si estende anche ai genitori e alle famiglie, per arrivare a comprendere anche l’ambito più ampio del volontariato ospedaliero e degli operatori socio sanitari. Intende promuovere la lettura in ambito ospedaliero, come strumento per favorire il benessere dei pazienti e contribuire a risolvere numerose problematiche.

"La nostra associazione - dichiara il presidente, Alessandro Andreello - intende rafforzare i legami sociali tra i cittadini e il mondo del volontariato, attraverso concrete attività". Nella realizzazione del progetto saranno coinvolte le scuole del territorio che si contraddistinguono per la loro specificità nel settore, come il Liceo 'Bocchi-Galilei', indirizzo scienze umane, per quanto riguarda la parte pratica e l’IIS 'Cristoforo Colombo', con gli studenti del Corso O.S.S., oltre al Conservatorio Musicale 'Antonio Buzzolla', che farà da supporto nel momento della narrazione e incontri con l’autore.

Saranno coinvolte anche alcune classi dei bambini della scuola dell’infanzia e primaria, per momenti di accoglienza e incontro con i bambini ospedalizzati, in cui potranno sperimentare concreatamente un'esperienza di volontariato. 

Oltre agli istituti scolastici, partecipano alla realizzazione del progetto le amministrazioni comunali di Adria e di Papozze, la Fondazione Scolastica "Bocchi" e altre realtà cooperative ed associative del territorio. Il progetto, co-finanziato dal Centro Servizi Volontariato di Rovigo, sarà ufficialmente presentato nel corso dell’evento musicale del 9 giugno, curato dai professori Dante Bernardi, docente di Musica d’insieme per fiati, e Angela Cattelan, del quartetto Adria Sax Quartet del Conservatorio Musicale “Antonio Buzzolla” di Adria. L’ingresso è libero e gratuito.