L'Italia sono anch'io

Entro fine febbraio è possibile sottoscrivere la campagna "L'Italia sono anch'io", promossa da una rete di associazioni italiane, per sostenere due nuove proposte di legge sulla cittadinanza e sul diritto di voto amministrativo. I promotori chiedono per prima cosa il riconoscimento della cittadinanza ai figli di immigrati nati sul suolo italiano. Attualmente, infatti, i bambini e le bambine di stranieri devono attendere la maggiore età prima di poter richiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana.
Il secondo tema è il diritto di voto: si vuole riconoscere il diritto elettorale amministrativo ai lavoratori regolarmente presenti in Italia da cinque anni. In altri termini, si intende riconoscere a chi lavora, paga le tasse e partecipa alla vita della comunità il diritto a scegliere come tutti i suoi rappresentanti nelle amministrazioni locali. A Rovigo la campagna è promossa da Arcisolidarietà, Ramatnal, Libera, Emmaus, associazione Viva la Costituzione e Cgil.

Si può firmare nelle seguenti sedi:
- Arci provinciale, viale Trieste, 29 - Rovigo. Info: tel. 0425.25566
- Cgil Rovigo, via Calatafimi, 1/b (o altre sedi) - Rovigo. Info: tel. 0425.377311
- Caritas diocesana di Adria-Rovigo, via Sichirollo, 58 - Rovigo. Info: tel. 0425.23450
- Comune di Rovigo, ufficio anagrafe, piazza Vittorio Emanuele II, 1 - Rovigo. Info: tel. 0425.206298

Per maggiori informazioni: www.litaliasonoanchio.it