Dammi il tuo cuore. Ne avrò cura

Successo di pubblico per l'iniziativa promossa giovedì 16 febbraio dall'associazione Amici del Cuore di Rovigo per lanciare la campagna "Dammi il tuo cuore. Ne avrò cura", promossa dalla Fondazione "Per il Tuo cuore" e dall’Anmco, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.
A fare gli onori di casa il presidente degli Amici del Cuore, Carlo Piombo, che ha ricordato come “L’associazione e l’intero staff della Cardiologia sono da anni impegnati nella lotta alle malattie cardiovascolari con un approccio innovativo teso a curare il malato nella sua unicità e complessità e non solo la malattia”.Loris Roncon, direttore di Cardiologia al Santa Maria della Misericordia, ha presentato l’iniziativa, che intende sensibilizzare la popolazione alla lotta contro le malattie cardiovascolari, diffondere messaggi ed informazioni sui corretti stili di vita e spiegare l’importanza della ricerca sulle malattie del cuore. Sono stati illustrati i progressi raggiunti dagli anni Ottanta, dopo la creazione della nuova struttura ospedaliera. "Il nostro obiettivo di medici, prima ancora di curare, deve essere quello di prevenire, educando le persone e diffondere il vero senso della prevenzione. Alimentazione, corretto stile di vita, attivita' fisica sono i tre elementi essenziali per combattere le malattie cardiovascolari", spiega Roncon. Ha portato il saluto dell'amministrazione comunale di Rovigo il sindaco Bruno Piva.
Durante la seconda parte della manifestazione, dedicata alla musica e al canto, Chiara Paparella ha presentato l’incontro musicale con il soprano Sonia Visentin. La giovane cantante, nata a Rovigo e formatasi artisticamente al conservatorio “F. Venezze”, si è esibita, accompagnata dal maestro Bruno Paganelli, interpretando una selezione di brani accolti con particolare calore dal pubblico: Der Hoelle rache (dal “Flauto magico” di Mozart); Tu che m’hai preso il cuor (da “Il paese del sorriso” di Lehàr); ‘O surdato ‘nnamurato (di Cannio); Summertime (di Gershwin); Besame mucho (di Velasquez); Les oiseaux dans la charmille (da “Les contes d’Hoffman” di Offenbach). Molto applaudito anche l’intermezzo offerto della chitarrista Gloria Badin, che ha presentato il brano Koyunbaba, composto da Carlo Domeniconi.
La campagna “Dammi il tuo cuore. Ne avrò cura” prosegue. Le malattie cardiovascolari rappresentano, ad oggi, il più grave problema di salute nel mondo occidentale. Solo in Italia 240.000 persone muoiono a causa di tali patologie. Per informazioni: tel. 0425.31455 - luigi.brazzorotto@libero.it