Prevenzione dell'alcolismo nelle scuole

Si intitola "Che mi combini Tommaso..." il un gioco-racconto ideato dalla Lilt, la Lega italiana lotta ai tumori di Rovigo, per sensibilizzare anche i più piccoli al tema dell'abuso di alcolici e alle problematiche correlate. L'iniziativa coinvolgerà 6.000 bambini e 29 scuole di 11 Comuni del basso Polesine, spiegando quali sono le conseguenze per la salute, anche a lungo termine, del consumo di alcolici. Il gioco prevede una sfida a squadre, con l'obiettivo di completare il tabellone, risolvendo problemi e inconvenienti legati al tema dell'alcol. Ideato dalla psichiatra di Rimini, Marina Zauli, "Che mi combini Tommaso..." consente ai bambini di imparare divertendosi, mettendoli in guardia fin da piccoli su comportamenti dannosi sia per la salute che socialmente.
E' stato presentato il 20 febbraio, nella sede della Provincia di Rovigo, da Maria Iside Bruschi (Lilt Rovigo), Marta Silimbani (Acat Basso Polesine), Marinella Mantovani (assessore provinciale Politiche sociali), Luca Dall'Ara (direttore Csv), Andrea Finessi (direttore Sert Ulss 19 di Adria), Marina Zauli (psichiatra).