Associazioni in festa a Gavello

Oltre 130 volontari di 14 associazioni si sono dati appuntamento sabato 18 febbraio nella sala parrocchiale "San Beda Junior" per la prima Festa del volontariato di Gavello. Nata come occasione per stare assieme, conoscersi e iniziare a collaborare, la festa ha dato visibilità alle diverse associazioni del panorama locale, che hanno presentato le proprie attività con filmati, immagini e letture. La serata ha visto anche il debutto del portale "Rete Civica Gavello" (in costruzione all'indirizzo http://retecivicagavello.csvrovigo.it), realizzato grazie ad un percorso formativo del Csv di Rovigo, che raccoglie informazioni su tutte le associazioni del Comune e sulle loro attività e iniziative. Sarà aggiornato direttamente dalle associazioni, in collaborazione con volontari e presidenti locali.

Sono ben 180 i volontari attivi e 650 gli iscritti nelle 14 associazioni e gruppi organizzati che operano nel Comune di circa 1.600 abitanti. Una realtà vivace e radicata, che con la Festa ha voluto rafforzare legami e superare divisioni e frammentazioni. Le associazioni offrono aiuto concreto ai più deboli, creano spazi di aggregazione, mantengono vivo il paese e si prendono cura dell'ambiente circostante. Coinvolgono a disabili, anziani, donatori di sangue, si occupano della tutela dell'ambiente, dell'organizzazione di feste, sagre ed eventi culturali, di musica e canto, beneficenza, sport e molto altro, contribuendo a ravvivare la comunità locale.

Nel corso della serata, condotta da Fernando Spadon e animata dalla musica di Fabrizio Rossini, sono stati raccolti fondi a sostegno della scuola dell'infanzia di Gavello.  Hanno portato un saluto il sindaco di Gavello, Ampelio Spadon, che ha messo in evidenza l'importanza di questo momento di incontro e unione, e il presidente del Csv, Remo Agnoletto, che ha sottolineato la necessità di favorire un maggiore lavoro di rete tra le associazioni, in un panorama provinciale molto ricco, ma anche molto frammentato, e come l'organizzazione della serata e la creazione del portale Rete Civica rispondano a questa sfida.