Sanatoria modello Eas

Con la Risoluzione 110 del 12 dicembre 2012, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito quali sono i termini ultimi di presentazione del modello Eas e di pagamento della sanzione prevista attraverso la remissione in bonis. Le organizzazioni che si sono costituite prima del 2012, hanno tempo fino al 31 dicembre 2012 per regolarizzare la propria posizione, adempiendo all'obbligo EAS e pagando la sanzione di 258 euro.
Si segnala che gli enti che hanno inviato il Modello EAS oltre i termini e vogliono sanare la propria posizione attraverso l’istituto della remissione in bonis, non sono tenuti a presentare nuovamente il modello EAS ma devono solo versare la sanzione.
Le organizzazioni costituite nel 2012 - e che non a hanno adempiuto all'EAS entro i 60 giorni dalla loro costituzione - possono usufruire della remissione in bonus entro il 30 settembre 2013.
In futuro, le organizzazioni che si costituiranno e che, per mancanza di informazioni, si troveranno in difetto con i termini di invio del modello EAS, potranno sanare la loro situazione entro il 30 settembre dell'anno successivo alla loro costituzione qualora non siano state oggetto di ispezioni.

Allegati:
- Risoluzione n. 110 del 12 dicembre 2012 (formato .pdf)