2013, Anno europeo dei Cittadini

Il Parlamento Europeo ha proclamato il 2013 Anno europeo dei cittadini. L'obiettivo dell'Anno è celebrare i 20 anni dall'introduzione della cittadinanza europea, illustrare quanto realizzato e sensibilizzare una cittadinanza ancora poco informata sui propri diritti.

Oggi ben il 48% degli europei afferma di non essere sufficientemente informato sui propri diritti di cittadino europeo. La libertà di movimento è il più conosciuto e apprezzato: sono oltre 12 milioni i cittadini che vivono in uno stato membro diverso dal proprio. Grazie all'Unione Europea, i cittadini di tutti i paesi possono cambiare Stato, continuando ad accedere a sistemi di istruzione o assistenza medica e assistenziale, ottenere il riconoscimento della qualifica professionale, votare alle elezioni europee e a quelle comunali nel territorio in cui risiedono. Secondo un sondaggio del 2011, il 35% dei lavoratori prenderebbe in considerazione un impiego in un altro Stato membro, ma circa il 20% ritiene che vi siano ancora troppi ostacoli, tra cui le difficoltà linguistiche e la carenza di informazioni.

A partire da questi dati, l'Unione Europea ha maturato la convinzione di dover diffondere una maggiore consapevolezza della cittadinanza europea e dei diritti ad essa connessi. L’Anno europeo, proposto dalla Commissione Europea, è stato istituito con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio. Le iniziative attuate nel corso del 2013 metteranno in risalto le politiche e i programmi già esistenti, illustreranno ai cittadini i diritti e come beneficiarne, apriranno un dibattito pubblico sull’Unione europea del futuro e sulle riforme per migliorare la vita quotidiana dei cittadini europei.

Quest'anno, a vent'anni dal trattato di Maastricht, verrà pubblicata la seconda "Relazione sulla cittadinanza dell’Unione", con cui la Commissione presenta anche nuove iniziative per eliminare gli ostacoli al pieno godimento dei diritti legati alla cittadinanza dell’UE. Le principali organizzazioni della società civile europee si sono unite nella "European Year of Citizens 2013 Alliance", che collabora con la Commissione in rappresentanza della società civile (http://ey2013-alliance.eu).

L’anno europeo dei cittadini sarà ufficialmente inaugurato il 10 gennaio 2013 a Dublino, in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio.