Ciao Luciano.

Se n'è andato Luciano Bombarda, volontario del gruppo Emergency di Rovigo, di cui è stato tra i fondatori, e dell'associazione Il Fiume di Stienta, con cui ha portato in Polesine importanti testimonianze ed eventi culturali sulle tematiche dei diritti, della storia e della memoria. A lui e al Fiume si deve, tra le molte cose realizzate, un'approfondita ricerca "sul campo" sulle deportazioni di ebrei dal Polesine ai campi di sterminio nazisti.

La sua scomparsa lascia un vuoto enorme nelle associazioni di cui è stato instancabile volontario, ma il suo ricordo rimane vivo nelle molte cose importanti e giuste che ha saputo realizzare.

I funerali si terranno martedì 22 gennaio 2013, alle 14.30 al Palazzetto dello Sport di Ficarolo.

 

Voglio fiori e candele per quel giorno
sculture variegate ed effimere in cera
che sciolga goccia a goccia la memoria
e dica quanto la vita consumata
sia stata vera
anemoni giunchiglie e margherite
e tutti i fiori della primavera
il tarassaco giallo della mia estate
e rose di tutti i colori
dalle persone amate
metafore viventi e sintesi materiale
di quel tempo passato
che nel finire
oscura ogni altro male
perchè l'intensità del vivere
è il senso del morire.

(Rosangela Pesenti)