Le tante Lampedusa

Venerdì 13 giugno 2014, alle 18.00 nella sede del Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo, incontro con Marta Bellingreri dell'associazione Diaria di Palermo, promosso da Centro Francescano di Ascolto e Arcisolidarietà Rovigo con la Fondazione Banca del Monte. L'inctron è parte del ciclo "Tra memoria e futuro".

Ospite dell'appuntamento, dedicato al tema delle migrazioni, è Marta Belligreri, scrittrice, giornalista, mediatrice culturale. Laureata a Napoli con una tesi sperimentale sull'’associazionismo femminile della rivoluzione in Tunisia, dove vive e lavora dal 2012, scrive storie e reportage per testate italiane e blog. Ha vissuto in Siria, Libano, Egitto, Palestina, Giordania. Ha lavorato come mediatrice culturale con minori migranti a Lampedusa e a Roma. A Palermo ha fondato l’'associazione Diaria per l’insegnamento della lingua italiana a migranti.

E' autrice, assieme a Giusi Nicolini, del volume "“Lampedusa, conversazioni su isole, politica e migranti", edito dal Gruppo Abele. La storia dell'umanità è storia di popoli e di persone che si spostano. E di altri popoli che condividono, accolgono, respingono. Spesso in una mescolanza di atteggiamenti, con contraddizioni e confitti. Il Mediterraneo è un mare di migrazioni. In mezzo a quel mare c'è Lampedusa, da sempre luogo di incontro di persone in fuga e di persone aggrappate a un pezzo di terra.

Lampedusa è il simbolo della vicenda difficile, a volte crudele, a volte nobile dell'umanità. Di questo intreccio parlano una viaggiatrice appassionata e il sindaco di Lampedusa, impegnata nella scommessa di sostituire le barriere con ponti e strade. Ne emerge l'immagine di un'isola che vuole essere fedele a una storia di accoglienza: ieri (duemila anni fa) consentendo l'approdo e rifocillando schiavi in fuga verso le coste africane, oggi dando il primo aiuto, con gesti di riconoscimento, a donne, uomini e bambini che da quelle coste sono partiti alla ricerca di un futuro.

Conduce l'incontro Donata Tamburin, presidente di Arcisolidarietà Rovigo. Info: www.centrofrancescanodiascolto.it