Nuovi progetti delle associazioni

Il Centro di Servizio per il Volontariato ha finanziato 22 nuovi progetti, presentati dalle Associazioni nell’ambito del bando per progetti di rete e di innovazione sociale. Il finanziamento complessivo ammonta a circa 100.000 euro, a fronte di un valore totale dei progetti di oltre 150.000 euro. I progetti consentiranno di migliorare e innovare servizi verso le fasce più deboli della popolazione, diffondere la cultura del volontariato, coordinare le azioni di organizzazioni diverse.

La presentazione dei progetti avverrà luned' 8 settembre 2014, alle 17.30 nella sede del Centro di servizio per il volontariato, in viale Tre Martiri, 67/F a Rovigo.

Al bando 2014 hanno partecipato 25 organizzazioni di volontariato della provincia di Rovigo. Di queste, 22 hanno visto approvati i progetti presentati. A queste vanno aggiunti 142 partner tra Associazioni di volontariato, associazioni sportive e di promozione sociale, enti locali, istituti scolastici e aziende sanitarie. Complessivamente, i progetti saranno sostenuti dall'attività di circa 400 volontari e andranno a beneficio di quasi 5.000 persone in Polesine.

Il finanziamento complessivo da parte del Csv è di 99.319 euro, mentre il valore dei progetti è di oltre 151.000 euro, a testimonianza della capacità di co-finanziamento delle stesse associazioni. Le azioni si rivolgono principalmente a persone in difficoltà, indigenti, immigrati, disabili e malati. Molti i progetti che si rivolgono ai giovani, allo scopo di coinvolgerli nelle attività di volontariato. Fra le idee più innovative, la creazione di un centro diurno a Rovigo per persone senza fissa dimora, promossa da Arcisolidarietà, la realizzazione di servizi e strumenti per l’autonomia delle persone disabili (associazioni Smile Africa e Pianeta Handicap a Rovigo, Luce sul mare di Porto Tolle e Barriere invisibili di Taglio di Po). Sono previsti interventi negli Istituti scolastici e con i giovani nei progetti presentati da Protezione civile di Villadose, Fidas polesana e Attive terre di Adria, Lilt provinciale, Anteas di Costa e Olga Onlus di Lendinara.

"Quest’anno il Centro ha voluto premiare la capacità di co-progettazione fra associazioni diverse e sono stati ammessi i soli progetti in grado di dimostrare un lavoro integrato fra volontari, servizi e strutture eterogenee", spiega il presidente, Remo Agnoletto. Dalla sua istituzione nel 1997, il Csv di Rovigo ha finanziato oltre 700 progetti delle Associazioni di volontariato locale con oltre 5 milioni di euro provenienti dalle Fondazioni bancarie del Veneto. Alcuni progetti, nati in forma sperimentale con il sostegno del Csv, negli anni hanno continuato ad essere operativi in piena autonomia. Tutti i progetti sono sottoposti ad una procedura di valutazione da una commissione di valutazione indipendente.

Dal 2010 il Centro si è inoltre dotato di un modello di valutazione di impatto, che consente di misurare i benefici e gli effetti sociali dei progetti finanziati. Gli esiti della valutazione sono resi pubblici attraverso la realizzazione e la presentazione di Report pubblicati sul sito e presentati nel corso di convegni. "Il compito del volontariato - conclude Agnoletto - non è produrre servizi continuativi, ma sperimentare soluzioni innovative e virtuose, capaci di rispondere alle persone di cui nessuno di occupa e a problemi che si preferisce non vedere. Nonostante il calo delle risorse, il Csv di Rovigo ed il volontariato polesano stanno dando prova di responsabilità e di capacità di cambiamento”.

Allegati:
- Graduatoria progetti finanziati (formato .pdf)