Meno tasse, più erogazioni

Il Centro di Servizio per il volontariato di Rovigo condivide, assieme al Csv di Padova, le preoccupazioni di questi giorni delle Fondazioni bancarie dovute alle novità introdotte dal disegno di Legge di Stabilità approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 16 ottobre.

Nel disegno di Legge si prevede, infatti, per le fondazioni di origine bancaria l’incremento del 20% della tassazione sui dividendi percepiti dall’1 gennaio 2014. Portando come esempio la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, si tratta di un’imposta che salirebbe per il 2014 ad oltre 8 milioni di euro, contro i 538.000 euro attualmente previsti.

Le Fondazioni di origine bancaria svolgono attività filantropica, erogando risorse ad altri soggetti non profit, privati o pubblici, per dare sostegno al welfare, all’integrazione sociale, allo sviluppo culturale e civile dei territori. Penalizzare la loro attività erogativa, aumentando la tassazione sugli utili, significa pertanto togliere risorse utili alle associazioni e cooperative sociali che operano nel territorio per le categorie più svantaggiate (anziani, bambini, persone con disabilità, persone a rischio di emarginazione), per la ricerca scientifica, per l’arte e la cultura.

Tale provvedimento andrebbe a sottrarre risorse economiche anche ai Centri di Servizio per il volontariato, finanziati, ai sensi della Legge 266/91, da una parte dei dividendi delle Fondazioni di origine bancaria.

Alcune organizzazioni del terzo settore hanno lanciato sui social network la campagna #‎menotassepiùerogazioni per dire no all’aumento della tassazione sulle Fondazioni di origine bancaria.
La pagina Facebook della campagna è www.facebook.com/menotassepiuerogazioni.

I banner della campagna sono disponibili sul sito del Forum del Terzo Settore: www.forumterzosettore.it.

Si può contribuire con un post su Facebook o su Twitter contenente l’hashtag‪ ‪#‎menotassepiùerogazioni.