Obbligo di certificazione unica

Il 15 gennaio è stata approvata, con Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate (n. prot. 2015/4790), la nuova Certificazione Unica “CU 2015” che dall’anno d’imposta 2014 si dovrà utilizzare per certificare:

- redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati,
- redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

L’obbligo riguarda anche tutte le Associazioni che nel 2014 hanno erogato compensi a dipendenti, lavoratori a progetto, a collaboratori occasionali nonché a professionisti.

Fino all’anno scorso, ai lavoratori dipendenti, equiparati e assimilati veniva rilasciato il modello CUD mentre ai lavoratori autonomi, ai professionisti e ad altre categorie di lavoratori veniva rilasciata la “Certificazione dei compensi”. Quest’ultima poteva essere redatta anche su carta libera e semplicemente consegnata al prestatore di lavoro.

Da quest’anno invece, il sostituto d’imposta, fra cui anche l’associazione, è tenuto alla consegna della Certificazione Unica entro il 28 febbraio (per il 2015, essendo sabato, la scadenza è aggiornata al 2 marzo 2015) e alla trasmissione telematica delle stesse all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo (per il 2015, essendo sabato, la scadenza è aggiornata al 9 marzo 2015).

Per la trasmissione telematica è necessario rivolgersi ad un intermediario abilitato (es. commercialista o consulente del lavoro) o chiedere all’Agenzia delle Entrate il rilascio dei codici per accedere ai sistemi Entratel o Fisconline.

Tale nuovo obbligo non riguarda le associazioni che hanno erogato esclusivamente buoni del lavoro accessorio in quanto questo tipo di compenso non è soggetto a imposte.

Allegati:
- Modello Certificazione Unica 2015 (formato .pdf)