Legge di Stabilità: novità per il non profit

Con la Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di stabilità 2015) sono state introdotte varie novità anche per il settore non profit e il volontariato.

Stabilizzazione del 5 per mille
Non sarà più necessario attendere ogni anno la conferma del riconoscimento. Inoltre, il fondo è stato innalzato dai 400 milioni degli ultimi anni a 500 milioni dal 2015. E’ stata fissata l’uniformità della rendicontazione per tutti i settori e l’obbligo per i Ministeri coinvolti di erogazione delle somme e di pubblicazione delle rendicontazioni degli enti beneficiari.

Detrazioni per le erogazioni liberali alle Onlus
E' stato innalzato il limite di detrazione e di deduzione per le donazioni in denaro a partire dal 2015 da parte di persone fisiche e aziende. Le persone fisiche potranno donare fino a 30.000 euro e detrarre l’erogazione al 26%. Le aziende potranno donare fino a 30.000 euro e dedurre l’erogazione dal reddito d’impresa. Potranno donare, in alternativa, fino al 2% del reddito d’impresa se questa percentuale risultasse maggiore a 30.000 euro.

ONG (Organizzazioni Non Governative)
Viene confermata la possibilità di acquistare senza IVA i beni destinati all’esportazione per ragioni umanitarie. La nuova normativa sarà applicata solo dopo la pubblicazione di un decreto ministeriale attuativo.

Tassazione dei redditi da capitali per enti non commerciali
E' stata aumentata retroattivamente, a partire dal 1 gennaio 2014, la tassazione dei redditi da capitali per tutti gli enti non commerciali diminuendo la loro non imponibilità dal 95% al 22,26%. Il provvedimento riguarda soprattutto le Fondazioni di origine bancaria che destinano tradizionalmente parte dei loro proventi alle Organizzazioni del terzo settore e al volontariato.

Associazioni sportive dilettantistiche
Il limite oltre il quale scatta l’obbligo di pagare con mezzi tracciabili (assegni, bonifici, carte di credito, ecc.) passa da € 516,46 a € 1.000,00. Il limite dei 1.000,00 euro, oltre il quale non è possibile pagare in contanti, era già stato stabilito in via generale per tutti gli enti e le persone fisiche dal governo Monti.