I bambini saharawi

Sono arrivati a Rovigo i bambini saharawi accolti dal Centro documentazione polesano Onlus per l’annuale vacanza nel nostro paese. Una decina di ragazzini, provenienti dai campi profughi dell’Algeria, trascorreranno una settimana, ospiti a Lendinara, tra attività di animazione, visite odontoiatriche e svago.

La vacanza in Italia rientra in un più ampio progetto che coinvolge, ogni anno, 5.000 bambini del popolo saharawi, una popolazione del Sahara occidentale vittima di un lungo conflitto con il Marocco, da cui rivendicano l’indipendenza dei propri territori.

I bambini, di età tra 6 e 8 anni, partono alla volta di Spagna, Francia e Italia, per trascorrere un periodo di vacanza per sensibilizzare gli altri paesi sulla causa del popolo Saharawi, che ha abbandonato le armi e chiede il riconoscimento del proprio status attraverso le organizzazioni internazionali.

Rovigo è una delle tappe del viaggio in Italia di alcuni bambini, che stanno nel nostro paese per due mesi circa. Da dieci anni il Centro documentazione polesano di Badia Polesine ospita alcuni di loro, in collaborazione con l’associazione emiliana Jaima Saharawi. Quest’anno l’attività vede anche la collaborazione con il Comune di Lendinara, che accoglierà i bimbi nelle attività dell’animazione estiva mattutina. I volontari dell’associazione, invece, animeranno i pomeriggi e si occuperanno di tutte le attività di accoglienza ed accompagnamento. I bambini lasceranno il Polesine alla fine della settimana. Per informazioni, contattare il Cdp a info@cdponlus.it