Giornata Mondiale contro l’Ictus

Giovedì 29 ottobre si celebra la Giornata Mondiale contro Ictus.

ALICe – Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, con il suo coordinamento polesano, partecipa alla sua prima Giornata Mondiale contro l’Ictus promuovendo iniziative di sensibilizzazione e promozione del movimento per la prevenzione dell’ictus e dell’attività fisica adattata per le persone colpite da questo male.

Purtroppo, la situazione sanitaria non consente la realizzazione di iniziative pubbliche in presenza, pertanto i momenti pubblici organizzati per giovedì 29 ottobre a Villanova del Ghebbo sono stati rimandati.

Al via, invece, un ciclo di attività individuali di musicoterapia per persone afasiche, gratuite, utili a migliorare le capacità di comunicazione verbale

“Con la crisi sanitaria che ci ha colpito in questi mesi – spiega Roberta Borin, presidente dell’Associazione ALICe -  le persone con disabilità soffrono maggiormente i ritardi e i limiti imposti dall’emergenza, con conseguenze negative durature, aumento dei limiti funzionali in condizioni croniche e difficoltà di recupero a seguito di eventi acuti”.

ALICe Italia, a cui aderisce ALICe Rovigo, è una federazione di associazioni di volontariato libere e non lucrative, formate da persone colpite da ictus e loro familiari, neurologi e medici esperti nella diagnosi e nel trattamento dell’ictus, medici di famiglia, fisiatri, personale socio-sanitario addetto all’assistenza e alla riabilitazione e volontari. L’attività degli aderenti è basata sul volontariato e i finanziamenti derivano prevalentemente dalle donazioni e dai contributi di soci ed enti pubblici.

Tra i prossimi obiettivi di ALICe, la costituzione del “Rovigo Stroke choir”, coro composto da persone sopravvissute all'ictus, famigliari, volontari che si confrontano ogni giorno con i problemi cagionati dall’ictus: “Unico requisito per entrare – spiega la presidente Borin – è la volontà di lottare ed andare avanti ed urlare al mondo la propria voglia di libertà. Cantare può aiutare a migliorare l'afasia. È curativo, divertente, energizzante. Solleva lo spirito e l’umore delle persone e riduce l'isolamento. Moltissime associazioni “ALICe” in Italia hanno un coro e fanno concerti spostandosi da una città all’altra con grande passione”.

E con la musica si celebra la Giornata Mondiale contro l’Ictus, sulle note della canzone “F.A.S.T.”, canzone cantata e scritta da Gilberto, marito di Roberta, e approvata da tutti gli associati di Alice Rovigo, per ricordare, attraverso il jingle, che “se il parlare è strano, il viso storto, veloce fai 118!”.