Nuovo CSV di Padova Rovigo

Il nuovo soggetto Centro Servizi Padova e Rovigo solidali ODV, nato il 1° gennaio 2021 dalla fusione dei due enti gestori dei rispettivi CSV provinciali, ha iniziato ufficialmente la propria operatività con il primo Consiglio Direttivo riunitosi il 18 gennaio, a distanza.

Come primo passaggio formale i consiglieri hanno ratificato le dimissioni del presidente, vicepresidente e tesoriere di Centro Servizi Padova Solidale – la realtà incorporante – per procedere a nuove nomine.

Per la carica di presidente è stato eletto Emanuele Alecci, già presidente di Centro Servizi Padova Solidale mentre per la carica di vicepresidente e tesoriere sono stati eletti rispettivamente Massimiliano Antonioli, già presidente dell'associazione Polesine solidale e Lamberto Cavallari, già tesoriere di Polesine Solidale.

A livello operativo il nuovo CSV di Padova Rovigo – questa la denominazione approvata dall’Assemblea- integra il personale dei due Centri di Servizio per il Volontariato di Padova e di Rovigo per un totale di 12 dipendenti, 4 uomini e 8 donne, tra i quali il direttore generale e il direttore amministrativo e 10 persone di staff, ognuno di essi responsabile di un’area specifica.

Questa nuova struttura permette di operare in linea con l’obiettivo strategico delineato durante il processo di fusione per incorporazione che consiste nel conservare il forte radicamento, la presenza e la rappresentanza territoriale stabile nei due capoluoghi e in entrambe le province, ma al tempo stesso valorizzare ed integrare le rispettive competenze allo scopo di offrire servizi maggiormente qualificati ed in modo più capillare.