“Bando Welfare”: un aiuto alla fragilità sociale ed economica dei più deboli

bando-welfare

Un nuovo aiuto alla fragilità sociale ed economica dei più deboli. È questo l’obiettivo del nuovo Bando Welfare che con 1 milione di euro sostiene progetti annuali o biennali in grado di migliorare i servizi di assistenza, accoglienza, formazione e orientamento lavorativo di persone in stato di emarginazione.

“Ispirandoci ai principi dell’Agenda 2030 approvata dall’ONU, miriamo a creare nuove opportunità d’inserimento sociale, per migliorare le condizioni di vita delle persone più fragili. E lo faremo stimolando la costituzione di reti di collaborazione tra enti per supportare e promuovere l’integrazione di servizi diversi e partecipati da volontari e dalla comunità” è il commento del Presidente della Fondazione Cariparo Gilberto Muraro.

Il bando è rivolto a enti privati del settore non profit, compresi gli enti religiosi, con sede nelle province di Padova e Rovigo, i progetti annuali potranno ottenere un contributo massimo di 25.000 euro, mentre quelli biennali fino a 50.000 euro.

La scadenza per la presentazione delle domande, rigorosamente in formato telematico, è fissata per il 30 settembre 2021.

Una nuova metodologia: la principale novità del bando è nel modo con cui i progetti devono essere costruiti, ossia mettendo subito in evidenza il problema su cui andranno ad intervenire, il risultato/cambiamento che si vuole raggiungere e le specifiche azioni che intendono attivare.

Entro metà luglio la Fondazione realizzerà un webinar di presentazione del bando, che ne illustrerà contenuti, metodologia e modalità di presentazione dei progetti. Non appena sarà disponibile la data dell’evento sarà pubblicata qui sul sito del CSV di Padova e Rovigo e sul sito della Fondazione Cariparo.

Per maggiori informazioni tecniche il sito consultabile è: t.ly/lkLh