Il Csv ha predisposto un breve questionario per raccogliere i bisogni delle associazioni, conoscere le attività svolte nel periodo dell'emergenza in tutta la provincia e sostenere al meglio la ripartenza delle attività. La compilazione richiede pochi minuti.

Per i volontari impegnati nella distribuzione della spesa e dei farmaci è a disposizione un'informativa specifica sui rischi in cui incorrono e sull'utilizzo corretto dei Dispositivi di Protezione Individuale come guanti e mascherine.

In queste settimane di emergenza, sono molti i volontari impegnati non solo a fronteggiare direttamente l'epidemia, ma anche a supportare le fasce di popolazione più fragili. Ecco come è possibile dare una mano.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha elaborato in questi giorni i nuovi schemi di bilancio per gli Enti del Terzo Settore, previsti dal Codice del terzo settore. Saranno obbligatori a partire dall'esercizio 2021.

La Regione Veneto ha emanato le linee guida per l'attività di volontariato nell'ambito dell'emergenza epidemiologica COVID-19, al fine di consentire ai volontari di operare in modo responsabile, organizzato e in sicurezza.

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato le scadenze 2020 per le Associazioni interessate a chiedere l'iscrizione all'elenco permanente dei beneficiari del 5 per mille. La domanda va presentata entro il 7 maggio 2020. Di seguito una breve guida.

Il Ministero delle Politiche sociali ha pubblicato il decreto con l'atto di indirizzo 2020 per i progetti finanziati dagli articoli 72 e 73 del Codice del terzo settore. E' previsto uno stanziamento di quasi 51 milioni di euro.

Nell'intento di offrire alle associazioni le informazioni più chiare e complete, pubblichiamo un elenco di domande e risposte utili per le associazioni della nostra provincia, in riferimento alle ultime novità di legge sul contenimento dell'epidemia di coronavirus.

I servizi del Csv sono aperti ma, a seguito del DPCM dell’11 marzo 2020 sulle misure di contenimento dell’emergenza da Coronavirus, fino al 3 aprile, sono sospese le attività a diretto contatto con l'utenza. I servizi sono accessibili via telefono o e-mail.

L'emergenza coronavirus costringe molte associazioni a rinviare le assemblee, l'approvazione del bilancio e l'adeguamento degli statuti. Il "Decreto cura Italia" risponde al problema, slittando queste scadenze per il Terzo Settore al 31 ottobre 2020.

Pagine

Dal 22 al 31 luglio 2020 una serie di iniziative di monitoraggio dei rifiuti e pulizia in sette parchi cittadini di Rovigo, promosse dai volontari di Legambiente del capoluogo. Chiunque può partecipare, contribuendo alle azioni di pulizia .

Da martedì 30 giugno 2020 riprende il servizio di distribuzione indumenti presso lo sportello "Porta Amica" della San Vincenzo De Paoli, in viale Marconi, 5 a Rovigo, interrotto nel periodo di emergenza sanitaria. Lo sportello è aperto tre mattine a settimana.

In luglio e agosto, Libera organizza tre campi di volontariato estivo alla "Casa della cultura e della legalità" di Salvaterra di Badia Polesine. Sono rivolti a minorenni e over 18, con diverse modalità di partecipazione. Le iscrizioni sono aperte.

Domenica 28 giugno 2020, le associazioni Plastic Free e Un cuore da cavaliere organizzano una mattinata di passeggiata e pulizia dai rifiuti della spiaggia di Boccasette. Chiunque può aderire come volontario. L'attività si svolgerà in orario mattutino.

Se c'è chi non si è mai fermato durante l'emergenza sanitaria, l'epidemia ha costretto molte associazioni a sospendere servizi e attività. In queste settimane, però, diverse associazioni stanno finalmente riprendendo le proprie attività. Ecco una panoramica.

Il festival "Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty" si farà: lo conferma l'associazione, nel giorno del compleanno di Amnesty International, annunciando che la nuova edizione si terrà come sempre a Rosolina Mare dal 31 luglio al 2 agosto 2020.

Il Comune di Rovigo invita le associazioni ad un incontro, martedì 26 maggio 2020, per la programmazione di attività di animazione sportiva e ricreativa nei centri estivi, in vista della riattivazione dal 15 giugno.

Nelle settimane dell'emergenza, anche la rete delle Auser del Polesine si è attivata per dare una mano alle persone anziane e ai cittadini in difficoltà con servizi di trasporto in pulmino e consegne a domicilio di spesa, farmaci e pasti.

E’ partito da cinque comuni circa un mese fa e ora si sta ampliando in tutto il territorio provinciale, il “Telefono amico” dell’Auser provinciale, per offrire compagnia e aiuto alle persone anziane, che soffrono l'isolamento e la solitudine.

In tutta la provincia di Rovigo stanno prendendo piede numerose raccolte alimentari, spontanee o promosse da gruppi di volontari, spesso in collaborazione con attività commerciali, per aiutare le famiglie più in difficoltà a causa dell'emergenza.

Pagine