Obbligo di pubblicizzare i contributi

Da quest'anno le Organizzazioni di volontariato e le Associazioni di promozione sociale che hanno ricevuto contributi pubblici hanno l'obbligo di pubblicizzarli in un apposito prospetto.

L'obbligo
E' quanto prevede la Regione Veneto, con la legge n. 30 del 30 dicembre 2016, che ha esteso l'obbligo precedentemente previsto per le strutture sanitarie, sociali o socio-sanitarie (Piano socio-sanitario, L.R. 23 del 29 giugno 2012), di pubblicizzare i contributi ricevuti da enti pubblici. In particolare, la Legge approvata a fine dicembre prevede questa incombenza anche per le Organizzazioni di volontariato (L. 266/1991) e per le Associazioni di Promozione Sociale (L. 383/2000).

Come ci si adegua
La legge richiede alle associazioni di pubblicizzare le informazioni in modo completo, esauriente e facilmente accessibile. Con la Delibera n. 223 del 28 febbraio 2017 è stato anche approvato lo schema tipo che le associazioni dovranno utilizzare, in cui sono evidenziati anche i valori in percentuale sulla ripartizione dei costi e sulla raccolta fondi.

Dove pubblicare i dati
Alle associazioni è richiesto di rendere facilmente accessibili le informazioni sul proprio sito internet. Le associazioni che non possiedono uno spazio web, sono tenute almeno ad affiggere il prospetto nella sede in cui operano.
 
Per supporto

Le associazioni che vogliono migliorare i propri strumenti di promozione e trasparenza delle informazioni (compresi sito web, social network, ecc.), possono contattare il Csv all'indirizzo consulenze@csvrovigo.it o al numero 0425.29637.

Allegati:
- DGR n. 223 del 28 febbraio 2017 (formato .pdf)
- Allegato A - Schema per la pubblicazione (formato .pdf)