Obbligo di trasparenza sui contributi

Entro il 28 febbraio 2018, e successivamente ogni anno, Associazioni, onlus e fondazioni destinatarie nell'anno precedente di contributi superiori a 10mila euro erogati da Amministrazioni pubbliche e da società partecipate da Amministrazioni pubbliche, hanno l’obbligo di pubblicare sui siti web le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e a vantaggi economici di qualunque genere ricevuti l’anno precedente. L'inosservanza dell'obbligo comporta la restituzione delle somme ai soggetti eroganti.

E’ quanto contenuto nella legge annuale per il mercato e la concorrenza (Legge 124 del 4 agosto 2017) ai commi 125 e 129.

Sono quindi esonerati da tale obbligo le Associazioni che ricevono - sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e vantaggi economici - inferiori a 10mila euro.

Con l'occasione si ricorda però che le Organizzazioni di Volontariato (L. 266/91) e le Associazioni di Promozione Sociale (L. 383/00) con sede nel Veneto ed iscritte al Registro Regionale sono sempre tenute, sulla base della L.R. n. 30 del 30 dicembre 2016, a pubblicizzare i contributi ricevuti da Enti pubblici, indipendentemente dal loro importo (vedi approfondimento). All'obbligo si assolve compilando lo schema tipo approvato con Delibera n. 223 del 28 febbraio 2017 e attraverso la sua pubblicazione sul sito internet o, in mancanza, nella bacheca presso la sede in cui opera l'associazione.