Parole in viaggio

In occasione del Festival Biblico, l'associazione Parkinson Rovigo & Amici ha realizzato il video "Parole in viaggio", con letture della Bibbia affidate alla voce di persone con il morbo di Parkinson.

Il video sarà proiettato nel corso del Festival, sotto forma di brevi puntate, che il pubblico potrà vedere in apertura degli oltre trenta incontri ed eventi in programma dal 19 al 21 maggio 2017.

Una lettura laica e appassionata, in linea con lo spirito del Festival Biblico, che cerca il significato e il messaggio profondo delle Sacre Scritture: "Il viaggio ha caratterizzato la vita del popolo d’Israele a partire da Abramo, padre nella fede. Lungo il viaggio di Abramo, descritto nell'Esodo, si incontrano i credenti delle tre grandi religioni monoteiste: ebraismo, cristianesimo ed islam - spiega l'associazione - Viaggiare è incontrare persone. Viaggiare è scoprire Dio nel loro volto. La Parola ci svela la storia della salvezza, il cammino che Dio ha voluto compiere con l’uomo. Un cammino pieno di speranza, ricco di gioia, che ci apre a nuove scoperte, incontri, volti. Tuttavia un procedere che a volte mostra il suo aspetto di fatica, in certi casi si fa incerto e può rivelarsi anche pericoloso. È in questo 'camminare' che avviene la Rivelazione. La parola di Dio ci fa camminare ed è l’inizio di tutto!"

 

"Parole in viaggio"

Realizzato dall'Associazione Parkinson & Amici di Rovigo
Lettori: Libera Santato, Carlo Pipinato, Daniela Zampirollo, Santina Cavalieri, Mario Toso,
Voce fuori campo: Anita Gallimberti
Attori: Elettra Bernardinello, Solomon Bertucci, Elisa Boscolo, Arturo Casarin, Giulia Crepaldi, Chiara Domenicale, Giuseppe Madrigano, Fabio Mancini, Elisa Roccato, Desy Sartori, Emanuele Tonazzi, Matteo Tonazzi, Nicola, Vita e William Zecchin, Simone Zennaro.
Regia: Anita Gallimberti
Riprese: Anita Gallimberti, Francesco Pedrocco, Enrico Dessì. (Immagini del Cammino Santiago di Compostela: Enrico Biolcati)
Montaggio: Francesco Pedrocco, Anita Gallimberti
Colonna sonora: Barbara Gradin. Eseguita da Claudia Baratella (viola e violino), Barbara Gradin (pianoforte e voce), Leonardo Modenese (tastiere e pianoforte). Brano finale: "Col passo stanco del Pellegrino" (arrangiamento di K. Hefei, A. Pavan), eseguito da Antonella Pavan (organo), Koou Hefei (tenore).