Petizione per ricordare Lavinia Adami

Dopo la conferenza illustrata al Csv "Donne dal Primo manicomio di Rovigo", l'associazione Biancoenero lancia una petizione chiedere un'iniziativa commemorativa di Lavinia Adami, socialista e antifascista internata e morta nel manicomio rodigino.

Dimenticata dalla storia e dalla memoria collettiva, la vicenda di Lavinia Adami è stata riportata all'attenzione dall'associazione, che di recente ha pubblicato un DVD con documenti sulle donne internate nel manicomio di Rovigo, con una monografia specifica su Adami.

Originaria di Badia Polesine, madre di una bambina di 11 anni, socialista e antifascista, fu internata nel 1937 nel manicomio di Rovigo, dove rimase per 40 anni, fino alla morte. Le sue spoglie giacciono dimenticate in un ossario comune a Roverdicrè.

La petizione chiede "alle autorità competenti, al Comune di Rovigo e di Badia Polesine, di affiggere una lapide o un cippo sepolcrale, in cimitero a sua memoria e testimonianza". Per firmare la petizione, basta inviare il proprio nome e cognome all'indirizzo red.biancoenero@teletu.it