Studiare all'estero con Intercultura

Studiare la Divina Commedia può essere divertente, se arrivi dall’altro capo del mondo. E sono molti i giovanissimi stranieri che vengono a provare un’esperienza di vita e studio in Italia, grazie agli scambi promossi da Intercultura.

All’associazione e alle esperienze che promuove è dedicata la nuova puntata di Radio Volontariato, in onda dal 5 aprile su Radio Kolbe. A parlare sono innanzitutto loro, gli studenti che stanno trascorrendo a Rovigo il loro periodo di studio, lontani da casa.

Un cambiamento non da poco, per tutti loro: il sedicenne Maxim viene da Ekaterinburg, città della Russia con quasi un milione e mezzo di abitanti, Laura ha 17 anni e proviene da Rio De Jainero, mentre Sol è di Santa Fe, in Argentina.

Tutti hanno lasciato tre città molto grandi per una piccola realtà di provincia come Rovigo. “La mia vita in Russia è molto più veloce – racconta Maxim -, faccio molte più cose, salto la pausa pranzo, torno a casa alle otto alle nove di sera”. Anche Laura sente la differenza: “Mi manca il movimento di una città grande come Rio De Janeiro”. E per Sol il cambiamento significa anche rinunciare per un po’ alle abitudini del paese di origine: “Mancano anche a me la vita più veloce e le cose che facevo, come la pallavolo”.

Studiare all’estero serve a questo: a scoprire che ogni angolo di mondo è diverso e da conoscere. A partire dal mondo della scuola. In Russia Maxim ha ben 15 materie, comprese alcune molto pratiche, ma qui in Italia, al liceo “Roccati”, viene dedicato più tempo alle sue preferite, come sociologia e psicologia. “Però in Russia facciamo 6 ore di lezione al giorno, con 20 minuti di pausa ogni ora. Qui è più difficile”.

Per Laura, che studia al liceo “Paleocapa”, è diverso innanzitutto il rapporto con gli insegnanti, rispetto al paese d’origine, ma anche le materie sono una novità non da poco: “In Brasile studiamo la letteratura brasiliana, qui studio la Divina Commedia. E’ divertente”.

Dal 7 al 14 aprile il gruppo degli studenti stranieri ospiti in Polesine si arricchirà con l’arrivo di altre 7 studentesse di altrettanti paesi del mondo, ospiti di altri progetti di Intercultura in Italia: assieme non solo scopriranno il nostro territorio e le città vicine, ma si confronteranno con studenti dell’Itis, del liceo scientifico e dell’istituto agrario, con incontri promossi da Intercultura per l’educazione alla mondialità.

Laura Cavaliere, volontaria di Intercultura Rovigo, è stata lei stessa all’estero da adolescente. “Ho vissuto vicino a Seattle, negli Stati Uniti. Credo di non aver mai imparato così tanto come nell’anno che ho trascorso all’estero”.

La puntata è in onda il mercoledì alle 17.05, il giovedì alle 11.00 e alle 21.15 e il sabato alle 21.00. E' condotta da Francesco Casoni e Nicole Elefanti del Centro servizi volontariato di Rovigo.